Vai alla pagina su Cagliari calcio
Borriello e Sau, bomber col sorriso amaro

Cagliari

Borriello e Sau, bomber col sorriso amaro

Gli attaccanti del Cagliari vivono un momento magico ma l’addio all’azzurro e le tante sostituzioni lasciano qualche rimpianto

CAGLIARI. Marco Borriello ha un obiettivo: arrivare almeno a quota 19 gol, record personale in serie A stabilito con la maglia del Genoa. Marco Sau, che si è sbloccato dopo quasi quattro mesi di digiuno, si augura di poter giocare per intero, senza essere sostituito a gara in corso, le sei partite che mancano alla fine del campionato. I due attaccanti del Cagliari hanno trascorso una Pasqua felice, anche se qualche motivo per non fare salti di gioia ce l’hanno.

Ciao azzurro. Il ct della Nazionale, Giampiero Ventura, è stato chiarissimo: «Borriello sta disputando una stagione fantastica ma io devo costruire la squadra del futuro». In poche parole: è troppo in là con gli anni per fare parte del progetto. Spenti sul nascere i sogni di un giocatore che il 18 giugno spegnerà trentacinque candeline. Ha sperato fino all’ultimo di convincere il commissario tecnico, ma le ultime dichiarazioni hanno tagliato la testa al toro. Borriello non ha fatto commenti, ha accettato in silenzio il verdetto, ma non c’è dubbio che ha provato tanta amarezza. I meriti di questo calciatore sono ancora più ampi, perchè è riuscito comunque a trovare nuovi stimoli e ha sfogato sul campo la sua rabbia. Facendo la felicità del Cagliari.

Sostituzioni. Marco Sau è stato richiamato in panchina a gara in corso ventidue volte. Non è un record in una sola stagione (appartiene a Belotti con 29 sostituzioni nel campionato 2014-2015 quando giocava col Palermo ) ma non è piacevole. Sono solo cinque le partite che il bomber di Tonara ha giocato per intero, mentre in tre occasioni è subentrato. Sau ha dimostrato maturità e una sola volta ha manifestato apertamente il suo dissenso. Salvo poi chiedere scusa all’allenatore. Anche sabato scorso ha lasciato il campo nella ripresa dopo una ventina di minuti per fare spazio a Farias. Si sta ripetendo quello che è successo nel campionato 2011-12 a Victor Ibarbo , con il colombiamo sostituito 24 volte. “Esperto” in sostituizioni è anche Marco Borriello. Nella stagione 2004-05 con la maglia della Reggina, prima di spiccare il volo verso Milano, l’attaccante è stato richiamato in panchina in 25 occasioni.

Twitter. «Grazie amico mio per gli stimoli che mi hai dato». Così Borriello ha scritto sul suo profilo rivolgendosi a Christian Vieri col quale ha vinto la scommessa e la prossima estate andrà in vacanza gratis. Poi, ringraziando gli appassionati del Fantacalcio ha aggiunto: «Non ho nessuna intenzione di fermarmi, potete stare tranquilli, farò di tutto per segnare altri gol». Da solo ha realizzato un terzo delle reti (45) siglate dai rossoblù finora.

Doppia cifra. Lo scorso campionato Marco Sau ha chiuso con dieci reti, congedandosi con un eurogol in rovesciata a Vercelli che è valso al Cagliari il primo posto in serie B, cosa che non era mai successa in passato. Quest’anno è appena

a quota cinque ed ha solo sei gare per tentare di fare gli stessi numeri. Aver fatto centro col Chievo lo ha sbloccato. È come se si fosse tolto un peso dalle spalle. E se la sorte (quasi mai dalla sua parte) si deciderà a sorridergli, l’impresa è possibile.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista