Alla Lanteri piacciono i finali thriller

Seconda ai raggi X. La capolista si fa riavvicinare, il Torralba perde un’occasione

SASSARI. Promette ancora sorprese il volo ad alta quota nel girone L di Seconda categoria. A tre turni dalla conclusione la capolista Lanteri invece di chiudere la porta alle speranze delle inseguitrici regala inattesa suspence al campionato, perdendo lo scontro diretto a Campanedda e portando i nurresi (ma anche l'Audax Algherese) a -5 dal suo primato. La piazza d'onore ora è condivisa, scalzato il Torralba che cadendo a Villa Assunta sul campo del Treselighes ha subìto il doppio sorpasso.

«Eravamo risaliti fino al secondo posto – osserva il tecnico torralbese Daniele Vargiu, alla guida della squadra del suo paese in collaborazione con Fabio Fiori, dopo l'addio di Antonello Demelas – grazie a nove risultati utili di fila, poi un doppio stop, prima in casa con l'Audax e in trasferta domenica sorsa, che ci ha ricacciato indietro. Perché questi scivoloni sul più bello? Non perché abbiamo mollato, anzi, la squadra ci crede sempre. Diciamo che gli ultimi risultati sono stati frutto di circostanze negative, dall'esiguità dell'organico che non può sopperire ad assenze importanti a direzioni di gara non proprio felici. Purtroppo succede, gli episodi non ci sono stati favorevoli e abbiamo interrotto la corsa, con qualche recriminazione perché si potevano tranquillamente pareggiare».

Prosegue il mister nelle sue riflessioni: «Due gare che invece sono state perse. Col Treselighes abbiamo avuto le nostre occasioni, pur giocando due terzi del tempo in inferiorità numerica, e il 3-1 finale è un po' bugiardo. Comunque i ragazzi sono determinati e vogliono chiudere in bellezza la stagione, ci tengono e garantiscono il massimo impegno per un gran finale». Il Torralba non molla, lo ribadiscono i suoi condottieri, anche se il calendario non è certo agevole. «Nel prossimo turno – commenta Vargiu – riceveremo il Campanedda per uno scontro diretto che siamo obbligati a vincere e così pure gli avversari, se ancora sperano nel primato. Al penultimo turno saremo ancora in casa, col tranquillo Minerva, e chiuderemo sul campo della Lanteri che a quel punto potrebbe aver già festeggiato la promozione. O chissà....».

Nel girone G è invece

lanciatissimo in vetta il Bottidda, che ha piazzato la quattordicesima vittoria nelle ultime 15 partite, battendo anche il Bultei e lasciando l'irriducibile Atletico Bono (7 successi consecutivi) a 6 lunghezze di distanza. La sua promozione sembra ormai questione di giorni.

Sandra Usai

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community