Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il portiere Manis al Muravera, Marco Urgias firma con l’Ittiri

SASSARI. Bel colpo del Muravera che si è assicurato le prestazioni dell’esperto portiere Marco Manis (1983) lo scorso anno in forza alla squadra ligure dell’Argentina Arma di Taggia in serie D, ma...

SASSARI. Bel colpo del Muravera che si è assicurato le prestazioni dell’esperto portiere Marco Manis (1983) lo scorso anno in forza alla squadra ligure dell’Argentina Arma di Taggia in serie D, ma che ha giocato già in Sardegna in particolare con le maglie di Nuorese , Olbia e Budoni. Potrebbe arrivare anche il centrocampista argentino Gennaro Acampora (1989), in proposito le trattative per l’ingaggio sono ben avviate e non è escluso che possano essere definite al più presto.

In Eccellenza la Monastir Kosmoto ha acquistato il difensore Daniele Pandori, arriva dal Selargius. In Prima categoria l’Ittiri si rinforza con il centrocampista Marco Urgias, la scorsa stagione al Calangianus. Un ulteriore tessera dopo quella di Antonio Borrotzu. La neopromossa San Marco Cabras si fa la spesa con gli innesti dell’attaccante Antonio Germino (2000) dalla Tharros, del difensore Marco Siccu, del portiere Andrea Chessa e del centrocampista Antonio Mastinu, tutti e tre dalla Sanverese, Seconda categoria. Ingaggiato inoltre il regista di centrocampo Gian Mario Cossu, proveniente dalla formazione dell’Arborea.

Roberto Masia sarà il nuovo allenatore del Sestu, la Libertas Barumini ha confermato il tecnico Sergio Piga. Discorso analogo per l’Uragano Pirri, sulla cui panchina ci sarà ancora Alberto Chessa. Una conferma importante che garantisce continuità.

In Seconda categoria la Monreale San Gavino ha acquistato l’esterno destro difensivo Nicola Zedda, dalla Monastir Kosmoto. Il Perdaxius ha un nuovo allenatore: si tratta di Gianni Scarpa.

Stefano Serra

Paolo Muggianu