Football integrato 

Tutti in campo per il primo campionato sardo

SASSARI. Ogni persona ha il diritto di potersi esprimere nella vita al massimo delle proprie potenzialità e anche lo sport deve essere occasione di crescita sociale e individuale. Partendo da questo...

SASSARI. Ogni persona ha il diritto di potersi esprimere nella vita al massimo delle proprie potenzialità e anche lo sport deve essere occasione di crescita sociale e individuale. Partendo da questo assunto il comitato regionale del Csen, con il sostegno della Regione, ha organizzato il 1° campionato regionale di football integrato. Si tratta di un caso unico in Italia. Un “esperimento” che vedrà il via oggi e si concluderà il primo novembre. In campo si affronteranno squadre composte da atleti disabili e normodotati senza vincoli numerici ne’ steccati di altro tipo.

Lo sport integrato vuole dare un esempio del principio dell'inclusione e può trasformarsi in un formidabile strumento per attivare o recuperare abilità fisiche e relazionali. Questa nuova disciplina sportiva è stata ideata per permettere a persone con e senza disabilità di giocare nella stessa squadra, consentendo la partecipazione attiva al gioco
di atleti, uomini e donne, con qualsiasi tipo di disabilità. Oggi ad Alghero, in diretta streaming nazionale, il presidente del Csen Sardegna, Francesco Corgiolu, darà il via al campionato con sei squadre iscritte che si affronteranno in un girone all’italiana.

Piero Garau

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro