Monastir non sfonda il muro

Assalti inutili, l’Orrolese conquista un prezioso pareggio

MONASTIR. Un volenteroso Monastir non riesce ad avere la meglio della cenerentola Orrolese che, grazie a questo punto prezioso, aggancia il Guspini Terralba e non è più ultima in solitudine. I padroni di casa, invece, continuano a galleggiare in una tranquilla posizione di centro classifica. Uno a uno il risultato finale, con gli uomini di Cordeddu che recriminano per la tantissime occasioni non concretizzate e per l’ottima prestazione del portiere ospite Lai. Monastir sugli scudi al 13’ con Anedda che, dopo un assist con il contagiri di Emiliano Melis, prova a scavalcare Lai ma lo colpisce in pieno petto. Due minuti più tardi ci prova Poddesu da due passi con l’estremo difensore dell’Orrolese che si rifugia in angolo. Al 23’ Luca Melis cerca l’incrocio dei pali, ma il solito Lai risponde. Tre minuti dopo è la volta di Emiliano Melis che strappa gli applausi del pubblico con una semirovesciata che un difensore respinge sulla linea. L’ex giocatore del Cagliari è in splendida forma e alla mezzora colpisce la traversa direttamente da calcio piazzato. I padroni di casa recriminano poi per un rigore non concesso per atterramento di Atzori. L’Orrolese riesce a fatica ad arginare gli scatenati padroni di casa che continuano ad accumulare azioni e gioco. Al 36’ assist di Luca Melis per Anedda con la sfera che si spegne fuori. Sessanta secondi dopo, Lai disinnesca da campione un calcio da fermo di Anedda. Sul finale, nei quattro minuti di recupero, il Monastir colpisce il secondo legno con Usai che scheggia la traversa da ottima posizione. Nella ripresa si fanno vedere gli ospiti con Medda, ma Zanda respinge in angolo. Al 50’ Poddesu serve Anedda che manda sull’esterno della rete. Al 66’ arriva il gol locale. Sugli sviluppi di un angolo battuto da Emiliano Melis, Antonio Usai salta più in alto di tutti e mette dentro di testa. Quattro minuti dopo, l’Orrolese pareggia a sorpresa con un tiro sotto porta di Moi. Sul finale di gara, la terna non vede una rete di Achenza: tiro da fuori area che incoccia contro la parte bassa
della traversa e supera la linea di porta. Inutile le proteste dei giocatori di Cordeddu. «Due punti persi» è il coro unanime proveniente dallo spogliatoio di casa. «Bene la fase difensiva, abbiamo tenuto testa a un grande avversario» risponde Zottoli.

Matteo Cabras

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community