L’Orrolese sconfitta in casa dal Sorso

I sarcidanesi restano in coda. Sirigu: questa partita era la nostra ultima speranza

ORROLI. Ennesima sconfitta per i ragazzi di mister Zottoli. Anche stavolta l’Orrolese deve arrendersi al Sorso che si impone per 1-0. Una partita giocata bene dai padroni di casa nei primi 45 minuti di gioco. Nella ripresa gli ospiti passano in vantaggio e l’Orrolese non riesce a trovare la via del gol. Una sconfitta, questa, che lascia poche speranze per i diavoli del Sarcidano che si trovano nel gradino piu basso della classifica.

Partono bene i padroni di casa al settimo minuto: Medda crossa Vitellaro che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. All’11’ contropiede per i locali con Caddeo che dalla destra crossa in area per Podda: la palla viene però deviata in angolo dal portiere Spanedda. Al 18’ Ruggiu crossa per Delogu che dal limite batte un violento tiro che viene deviato da Aramu in fallo laterale. Al 22’ punizione dal limite per l’Orrolese: batte Podda, ma il tiro è troppo angolato. Al 38’ ancora Podda a tu per tu con il portiere, ma non riesce a mettere la palla in rete. Sul finire della prima frazione di gioco Gutierrez batte un rasoterra violento dal limite, ma il portiere Piroddi respinge di pugno in calcio d’angolo. Nella ripresa i ragazzi di mister Zottoli non hanno potuto fare niente contro un Sorso cinico che al 53’ si porta in vantaggio con Altea. Al 61’ l’Orrolese va ancora in attacco con Moi. Al 67’ Vitellaro dal limite impegna in due tempi Spanedda. Al 72’ azione di contropiede per i locali con Podda che crossa in area per la testa di Moi che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Al 79’, contropiede per i padroni di casa: il tiro dal limite di Medda va a colpire la traversa. Il Sorso conquista tre punti importanti. Rassegnato il dirigente dei padroni di casa Gianfranco Sirigu: «Questa partita era la nostra ultima speranza. Non abbiamo reagito. Giochiamo bene
ma alla fine il risultato ci condanna. Nelle ultime 15 partite abbiamo chiuso il primo tempo in pareggio. Nel secondo, invece, crolliamo sia fisicamente che psicologicamente. In ogni caso onoreremo questo campionato giocando fino alla fine del campionato».

Mario Pintori

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro