Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Penultimo atto di Coppa Italia a Dorgali e Villaperuccio

CAGLIARI. Si conosceranno stasera al termine delle gare di ritorno, i nomi delle due finaliste della Coppa Italia di Promozione. Alla luce dei risultati delle partite di andata, Dorgalese e Carbonia...

CAGLIARI. Si conosceranno stasera al termine delle gare di ritorno, i nomi delle due finaliste della Coppa Italia di Promozione. Alla luce dei risultati delle partite di andata, Dorgalese e Carbonia partono sicuramente avvantaggiate nei confronti delle rispettive avversarie, Porto Rotondo e Sant’Elena, battute rispettivamente per 1-0 e 3-0.

A Dorgali, inizio ore 17, l’undici di Giuseppe Bacciu, senza più obiettivi particolari in campionato, punta a raggiungere la sua seconda finale consecutiva dopo quella della scorsa edizione, in cui tra l’altro ebbe la meglio sul Guspini Terralba per 2-1. Non dovrà però commettere l’errore di considerare già acquisito il passaggio del turno, perché il Porto Rotondo cercherà il tutto per tutto pur di ribaltare a proprio favore il risultato, forte anche di due fattori non di poco conto: i 61 gol realizzati in questa stagione, miglior attacco del torneo, e le sei vittorie esterne conseguite.

Il Carbonia invece ha più di un piede in finale, se si considera il 3-0 assegnatogli dal giudice sportivo per l’irregolarità commessa dal Sant’Elena, che aveva schierato il giocatore Danilo Lepori che doveva scontare una giornata di squalifica. L’incontro di ritorno, il cui inizio è previsto per le 16, si giocherà al campo Comunale di Villaperuccio, vista l’inagibilità del terreno di gioco del Carbonia, causa lavori. L’undici di Andrea Marongiu ha tutte le carte in regola per disputare l’atto conclusivo della manifestazione, a cui già arrivò nel 2015/2016, quando fu sconfitto dal Bosa per 6-5 ai calci di rigore (1-1 dopo i tempi regolamentari e supplementari). La finalissima si giocherà il 25 aprile prossimo in campo neutro.

Stefano Serra