Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Una cavalla allevata in Sardegna al via nel “Regina Elena” a Roma

OZIERI. Ancora un risultato di assoluto prestigio per l’ippica sarda che domenica scorsa ha primeggiato a Roma alle Capannelle grazie ad un’emozionante volata di La Base, femmina purosangue di 3 anni...

OZIERI. Ancora un risultato di assoluto prestigio per l’ippica sarda che domenica scorsa ha primeggiato a Roma alle Capannelle grazie ad un’emozionante volata di La Base, femmina purosangue di 3 anni montata magistralmente dal fantino di Bono, Salvatore Sulas. La puledra, figlia di Arcano e Secret Fashion, acquistata ad un’asta in Irlanda dall’allevatore Gaetano Ledda di Esporlatu, pur non godendo dei favori del pronostico si è presentata al via insieme ad altri otto partenti nel Torricola, una gara sulla distanza di 1.600 mt. e ha tagliato per prima il traguardo con grande felicità di un team tutto sardo. Il risultato, oltre al prestigio in campo nazionale, assume ancora più importanza poiché dà diritto alla partecipazione nel Premio Regina Elena che avrà luogo sempre a Roma il 29 aprile e sarà il primo fra i più importanti appuntamenti primaverili europei per cavalli di tre anni con ospiti di valore e appassionati da tutta Europa.

Una vetrina di tutto rispetto per la Sardegna anche perché nella stessa giornata, denominata Dubai Day, si correrà il Premio Presidente della Repubblica, gara sui 1.800 metri per maschi interi e femmine di 4 anni ed oltre, una competizione di valore mondiale. «In quel giorno ci sarà la presenza di tanti cavalli arabi, molti dei quali allevati in Sardegna – ha detto Gaetano Ledda –. Cercheremo di tenere alto il buon nome della nostra regione per dimostrare che l’allevamento del cavallo è una risorsa da difendere e sostenere».

Francesco Squintu