Vai alla pagina su Tutto Dinamo

La Dinamo chiede aiuto al suo pubblico

I biancoblù recuperano tutti gli acciaccati per il match di domani contro Venezia: la vittoria vale una fetta di playoff

SASSARI. Una settimana a tutto gas, gli ultimi due giorni con la truppa finalmente al completo. La Dinamo mette benzina nel motore in vista della gara di domani mattina a mezzogiorno contro i campioni d’Italia della Reyer Venezia.

Dopo una prima metà di settimana passata a dribblare gli acciacchi che si sono presentati a ripetizione (si sono fermati uno dopo l’altro Stipcevic, Bamforth, Pierre e Planinic, sempre per problemi di lieve entità), tra giovedì e la giornata di ieri i biancoblù hanno potuto spingere il piede sull’acceleratore. La “cura” imposta da Zare Markovski è dura e faticosa, fatta di continue doppie sedute di lavoro e di ritmi particolarmente intensi, ma dopo tre settimane piene trascorse agli ordini del tecnico macedone, Scott Bamforth e compagni stanno iniziando a prendere pienamente ritmo.

Ieri, nella conferenza stampa che ha preceduto l’allenamento, Markovski aveva potuto comunicare – non senza soddisfazione – di avere a disposizione tutti e dodici i giocatori. I quali, dopo la solita seduta di fronte al video, hanno lavorato sul parquet del PalaSerradimigni per un’ora e mezza sotto gli occhi del presidente Sardara e del general manager Pasquini, seduti in tribuna. Tra le cose più interessanti viste in campo, una super stoppata di Jack Devecchi a Darko Planinic che – statistiche alla mano - è almeno 15 centimetri più alto del capitano sassarese.

«Durante la settimana abbiamo lavorato tanto e bene – ha detto il play Marco Spissu –, questa per noi è una partita importantissima, dobbiamo cercare di vincere assolutamente e ci proveremo con tutte le nostre forze. Per una partita come questa serve un apporto extra anche da parte del pubblico. In palio ci sono due punti che possono davvero pesare tanto in chiave i playoff».

Il match contro la squadra di coach De Raffaele arriva in un momento particolare della stagione. Le due squadre quest’anno si sono già affrontate due volte, ma ormai tantissimi mesi fa: la prima volta il 23 settembre a Forlì nel quarto di finale della Final Eight di Coppa Italia, la seconda il 26 dicembre al Taliercio. In entrambi i casi ad avere la meglio è stata la squadra campione d’Italia, con la Dinamo che è sempre uscita dal campo a testa alta e con enormi recriminazioni:
in particolare per quanto riguarda il match dell’andata, perso per 82-80 dopo un overtime, con un finale di gara pesantemente condizionato da una svista arbitrale. Domani comunque si azzera tutto e la Dinamo guarda dritto l’obiettivo: una vittoria fondamentale per la corsa ai playoff.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro