Giornata “rosa” a Chilivani debuttano le angloarabe

Secondo appuntamento con il galoppo sulla pista dell’ippodromo ozierese tornano in scena gli “anziani”, prima uscita per i purosangue inglese di 2 anni

CHILIVANI. Dopo il brillante inizio della stagione primaverile del galoppo a Chilivani si va avanti con il programma della seconda giornata (inizio alle 15,20). Motivo principale di interesse è il debutto delle femmine anglo arabe di tre anni e dei purosangue di due anni. Proprio a questi ultimi è riservata la prima corsa Premio Antonio Casu, cui partecipano sette soggetti dei quali poco si sa. Secondo le "voci di scuderia" dovrebbero rivestire un ruolo da protagonisti Andirla, Buga de l'Alguer e Giorgyson, ma tutto è relativo trattandosi appunto di puledri al debutto e assolutamente inediti.

Alla seconda Premio “Col B. Vanzi” personaggio che fu determinante nell'avvio dell'ippodromo di Chilivani, debuttano le puledre anglo arabe a fondo inglese fra le quali vengono indicate favorite Zena, Zia Giorgia e Zagabria. Piace anche Zaira per la sua genealogia essendo figlia di un vincitore di Derby e della campionessa Ardara.

Otto purosangue di tre anni ed oltre si sfideranno nel Pr. dedicato al maniscalco "Zio" Nino "Ferrero" Simula. Molto attesi sono Enrico il Conte, Dipinto e sopratutto Sardegna mia, reduce da una bella stagione l’anno passato.

Nel Premio “B. D'Alessio”, indimenticato direttore dell'Istituto Incremento Ippico, dieci purosangue anziani scendono in pista per la monta amatoriale dei gentleman e amazzoni, fra i quali Caraka, con Daniele Zucca in sella, è attesa ad una conferma. Gold Faire e Lorqueen sono indicati come temibili avversari, ma non sono da trascurare Fornovo e Zahallsim.

Interessante il Pr. intestato al Marchese Max De Ginestet, allevatore, commissario di corse e presidente della Societé d'encouragement dell'ippodromo francese di Pau che, sin dal 1992, ha stabilito cordiali contatti con l'Ippodromo di Chilivani come promotore del gemellaggio con il Rotary Club di Ozieri. In suo onore è stato fatto pervenire dalla Francia un pregevole trofeo per il vincitore. Saranno le puledre debuttanti a fondo arabo a contenderselo sulla distanza dei 1600 metri. Zelinda bella, Zerbina e Zisca vengono indicate tra le più
quotate ma, sicuramente, non mancheranno le sorprese.

In chiusura il Pr. A. Deriu e G. Boe, riservato agli anglo arabi anziani, dovrebbe avere fra i protagonisti Urania Bonorvese, Venabella, Viollet le Duc e Valentina bella.

Diego Satta

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro