Vai alla pagina su Tutto Dinamo

Una Dinamo affamata in casa dei lupi

Alle 17 i biancoblù fanno visita alla Sidigas Avellino degli ex Lawal e D’Ercole: vincere è fondamentale per inseguire i playoff

SASSARI. Un pomeriggio tra i lupi, con l’imperativo di uscire dal campo con la vittoria in tasca. Tra la Dinamo e la qualificazione ai playoff ci sono tre partite, tre vere e proprie finali, e quella di oggi è probabilmente quella che può fare la differenza. Alle 17 i sassaresi di Zare Markovski scendono in campo al PalaDelMauro di Avellino contro la Sidigas, quarta in classifica, nella prima di due trasferte consecutive: domenica prossima il Banco volerà a Trento per fare visita alla quinta forza del campionato, ma la sensazione è che la gara più abbordabile sia quella di oggi. Prima di tutto perché per la Sidigas questa sfida si colloca a metà strada tra le due gare di finale dell’Europe Cup: Filloy e compagni mercoledì hanno perso in casa di 8 contro Venezia e tra tre giorni proveranno a ribaltare la situazione al Taliercio. La Dinamo proverà a inserirsi in questo discorso per ottenere una vittoria fondamentale per continuare a sperare.

Le forze in campo. Tra le due squadre ci sono in questo momento 10 punti di differenza, ma alla Dinamo non è mai andata giù la sconfitta maturata nel match dell’andata, una delle cento partite perse quest’anno all’overtime. La Sidigas, squadra solida con diversi elementi in grado di fare la differenza (da Rich a Fesenko, da Filloy a Scrubb), nel girone di ritorno ha avuto un rendimento piuttosto altalenante (6 vittorie e 6 sconfitte), ma ultimamente ha rimesso a posto un po’ di cose conquistando tre successi consecutivi. Il Banco di Sardegna, dal canto suo, ha continuato ad avere un rendimento altalenante anche dopo il cambio di panchina. Dal momento della staffetta Pasquini-Markovski sono arrivate due sconfitte interne e una vittoria a Pistoia, ma nella gara di domenica scorsa contro i campioni d’Italia della Reyer Venezia i biancoblù sono rimasti in partita sino all’ultimo e hanno alzato bandiera bianca solo di fronte alla solidità degli avversari. Proprio come Avellino nell’andata della finale di coppa.

La fiera dell’ex. Zare Markovski ha allenato Avellino dal 2002 al 2005 e dal 2008 al 2010. In casa avellinese saranno invece in campo Lollo D’Ercole, a Sassari nelle ultime due stagioni, e Shane Lawal, uno dei grandi protagonisti del triplete del 2014-’15, oltre ad Ariel Filloy, che ha giocato per una stagione nelle giovanili della Dinamo. Per Lawal sarà la sua prima volta
da avversario: «Non ho mai smesso di seguire la Dinamo e sono rimasto in contatto con il club – ha dichiarato –. Quest’anno ci sono Scott Bamforth e Josh Bostic che sono due miei carissimi amici. Mi auguro sempre che Sassari vinca». Stavolta, però, farà di tutto per far vincere Avellino.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro