Da Oschiri a Borore e Villamassargia una sola grande festa

Tre importanti realtà crescono anche nel segno dello sport Dalla Prima alla Promozione, e tutti ringraziano i tifosi

SASSARI. OSCHIRI. Festeggiamenti anticipati domenica in casa dei cugini, e rivali storici, del Berchidda per i granata dell’Oschirese, che conquistano un meritatissimo salto in Promozione dopo un campionato condotto sempre al vertice. E altri festeggiamenti sono in programma dopo l’ultima partita di domenica. Gioie meritate per i ragazzi di mister Michele Fogu e di un soddisfattissimo presidente Agostino Putzu. L’Oschirese ha il miglior attacco dell’intera Prima categoria, frutto delle 25 reti di Sebastiano Canu, delle 24 di Davide Budroni - ventiduenne rivelazione - unite alle 7 di Fabio Budroni e le 6 rispettivamente di Demetrio Sotgia e Leonardo Fresu. «Una vittoria che è frutto del grandissimo lavoro fatto quest’anno oltre che di dieci anni di programmazione - dice il presidente Putzu - ma che alla fine è stata conquistata da una squadra giovane, allenata da un mister giovane (appena 32 anni per Michele Fogu). Per questo voglio ringraziare tutti, nessuno escluso, i giocatori, il mister e i dirigenti, senza ovviamente dimenticare il caloroso pubblico che ci ha sostenuto dalla prima all’ultima partita, in casa e in trasferta, portando alti i colori granata e accompagnandoci in questa marcia trionfale. Un grazie va infine, ma non per ultimi, ai cittadini tutti, al Comune e agli sponsor». (b.m.)

BORORE. Apoteosi. Il Borore vince con una giornata di anticipo il campionato e dopo dieci anni fa ritorno in Promozione. Doppio salto di categoria per i ragazzi del presidente Luciano Salaris, che chiudono la stagione con il migliore attacco e la migliore difesa del girone. «Siamo partito con l'obiettivo di disputare un torneo dignitoso - ha detto il presidente Salaris - strada facendo abbiamo iniziato a rivedere i programmi e grazie all'impegno profuso da giocatori, tecnico e tifosi siamo riusciti nell'impresa». Soddisfatto l'allenatore Tore Mastio che ha guidato il Borore negli ultimi due anni portandolo dalla Terza categoria alla Promozione. A sua disposizione la società ha messo una rosa di atleti composta da ben 14 atleti locali e 5 provenienti da altri paesi. Ora l'ultima gara della stagione ad Aritzo, e subito dopo i festeggiamenti che ''molto probabilmente - spiega Valerio Tola - si terranno a metà giugno con il coinvolgimento di tifosi, sponsor e di quanti ci hanno sostenuto in questa meravigliosa avventura».

La rosa del Borore 2017-2018. Portieri Josef Concas, Amedeo Marchesini, Roberto Murgia, Difensori Alessio Porcu, Marco Carboni, Gabriele Tola, Riccardo Milia, Giovanni Porcu, Andrea Mattana, Pasquale Porcu, Enrico Caddeo. Centrocampisti Christian Tola, Antonello Morittu, Fabio Soru, Gabriele Trazzi; Attaccanti: Eddy Tola, Fabio Porcu, Michele Fadda, Antonello Niola, Marco Porcu. (m.co.)

VILLAMASSARGIA. Domenica grande festa allo stadio del Villamassargia che per la prima volta nella sua storia sportiva e dopo soli tre anni in Prima vince il campionato e vola in Promozione. «E’ un’emozione che non si può descrivere – dice il presidente Andrea Spada, – è un traguardo storico per la nostra società, raggiunto con una giornata di anticipo. La nostra polisportiva è nata nel 1970 per offrire alle ragazze e ai ragazzi del paese una educazione allo sport. Voglio ricordare il fondatore e primo presidente, Sergio Mancosu, che ci ha lasciati nel 2006 e dal quale ho ereditato la carica». Spada ricorda che si è partiti consapevoli della forza del gruppo e dando piena fiducia al tecnico. «Abbiamo trovato un buon mix fra giovani e giocatori più esperti – prosegue Spada - con grandi valori morali: non hanno perso un allenamento. Domenica a Villamassargia faremo festa con quanti hanno contribuito a raggiungere un risultato importantissimo per la comunità. E confermo sin d’ora
tutti gli atleti e l’allenatore».

Anche il tecnico è felice. «Certo – aggiunge Giampaolo Murru –.Il merito è tutto dei ragazzi, è la terza volta che alleno in Prima categoria e vincere dà grande soddisfazione. È stata dura ma ci ho creduto dall’inizio». (c.f.)



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro