Cagliari-Olbia: festa alla Sardegna Arena

Stasera (20.30) le due squadre chiudono la stagione con un’amichevole. Rossoblù in campo con la nuova maglia

CAGLIARI. Una serata di festa per celebrare la salvezza del Cagliari e quella dell’Olbia (“costola” del club rossoblù) che anche l’anno prossimo giocherà in serie C. Un’amichevole tra le due squadre per assegnare il Trofeo Sardegna, organizzato dal Banco, con l’obiettivo di sostenere e promuovere tra i giovani, nei campi e nelle scuole, il tifo corretto e positivo, oltre ai valori più genuini dello sport. Alla “Sardegna Arena” (20,30) le formazioni di Lopez e Mereu reciteranno l’ultimo atto di una stagione per entrambe conclusa positivamente. Il Cagliari resta nell’élite del pallone dopo un campionato sofferto e dopo aver rischiato di precipitare all’inferno. L’Olbia ha sognato fino all’ultimo di giocare i playoff, traguardo sfuggito proprio nella giornata conclusiva e ha lasciato un po’ d’amaro in bocca nell’ambiente.

Il Cagliari. I rossoblù saranno orfani dei nazionali Barella e Romagna, convocati con l’Under 21, e di Ionita, impegnato con la nazionale moldava nelle amichevoli contro Congo e Armenia. Non ci saranno nemmeno i brasiliani Farias e Castan, che hanno ottenuto un permesso per anticipare le vacanze, mentre Pavoletti è in forse dopo l’infortunio che gli ha fatto concludere in anticipo la gara con l’Atalanta. Tutti gli altri scenderanno in campo per salutare i tifosi e dare appuntamento alla prossima stagione. Per la formazione dei Quattro Mori comincerà con un pre-ritiro ad Aritzo, per poi proseguire dal 14 al 28 luglio, per il terzo anno consecutivo, a Pejo, cittadina in Val di Sole.

L’Olbia. Per i galluresi sarà una serata per mettersi in evidenza e magari provare a fare lo sgambetto ai “cugini”. Sarà un ritorno a casa per Francesco Pisano e Daniele Ragatzu. Quest’ultimo è di proprietà del Cagliari ma anche la prossima stagione resterà in prestito all’ Olbia. In campo anche Roberto Biancu, talentuoso centrocampista sassarese in pianta stabile nella nazionale Under 18, Paolo Danetto e Nicholas Pennington, tutti giocatori che la società di Tommaso Giulini ha spedito in Gallura per maturare. In panchina Bernardo Mereu. Sarà l’ultima per lui? Forse. Il presidente Alessandro Marino sta riflettendo se andare avanti con il mister di Triei o cambiare strada e cercare un’altra guida tecnica.

La festa. Il Cagliari giocherà per la prima volta con la maglia che indosserà nella prossima stagione. Aperto tutto lo stadio ad eccezione della Curva Sud. Gli abbonati di questo settore riceveranno un biglietto omaggio da un’altra parte dell’impianto. Tutti gli abbonati potranno entrare gratuitamente, ma per usufruire di questo privilegio, dovranno recarsi negli Store del Cagliari per ritirare il tagliando riservato. Una buona occasione per seguire una partita in totale relax, senza l’assillo del risultato ma che le due formazioni hanno intenzione di onorare. I biglietti sono
in vendita da qualche giorno al costo di cinque euro in Curva Nord e nei Distinti, 10 euro in Tribuna. Gli Under 12 pagheranno soltanto un euro. I primi due Trofei sono finiti nella bacheca del Cagliari, l’Olbia proverà a sfatare la tradizione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro