Universitari di calcio: Cus sassari in semifinale

CAMPOBASSO. Con sofferenza, bel gioco, cuore. Il Cus Sassari conquista nel calcio le semifinali delle migliori università italiane. Un colpaccio contro il Cus Lecce, battuto ai rigori, in dieci e in...

CAMPOBASSO. Con sofferenza, bel gioco, cuore. Il Cus Sassari conquista nel calcio le semifinali delle migliori università italiane. Un colpaccio contro il Cus Lecce, battuto ai rigori, in dieci e in svantaggio. In breve, gruppo tosto e con solide risorse fisiche e nervose. Con Antonio Fois, abile nel siglare l'1-1. Ai Campionati nazionali, da Agnone, 97 km da Campobasso, i sassaresi del selezionatore Fabio Cossu vedono la zona podio. I magnifici diciotto - da Sanna, a Manca, Soro, Pitta, Farris, Casula, Borrielli, Fideli, Carta (generoso, espulso per doppio giallo), Fois e Solinas, più Cherchi, Careddu, Mura, Mazzette (autore del rigore decisivo in una roulette estenuante), Piras, Olzai e Vargiu - sono sul pezzo. Per la gioia di Gianni Ippolito (consigliere nazionale Cusi, già presidente del Cus Sassari) e di Andrea Cossu (segretario generale Cus Sassari).

Per stare in terra sarda, in Molise un ateneo sorride e l'altro mugugna: il Cus Cagliari ha ceduto 1-0, su rigore, al Cus Brescia. I lombardi, da sempre nell'elite del pallone universitario, hanno sofferto per battere i rossoblù di Sa Duchessa. Il team di Claudio Meloni e il dirigente Paolo Sini, con Floris (Ferrini), Pilia (Sadali) e capitan Callai (Selargius) in evidenza, hanno perso un match equilibrato deciso da un episodio. A nulla sono valsi i tentativi dei cagliaritari di riaprire
la gara e portarla almeno ai supplementari.

Oggi il Cus Sassari trova la squadra dell’ateneo di Parma: chi vince va in finale. Cagliari sfida Foro Italico. In palio, il match che vale la finale per il bronzo. E potrebbe anche esserci il derby.

Mario Frongia

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro