Pedali e sudore nel Sulcis al Giro delle Miniere

Sabato scatta la 19ª edizione della tre giorni di ciclismo. In palio anche il tricolore cronometro amatori

CAGLIARI. Pedali e sudore. Il Sulcis Iglesiente e il Medio Campidano sono pronti ad accogliere la carovana del Giro delle Miniere, corsa ciclistica a tappe giunta alla 19ª edizione. Organizzata dalla Sc Monteponi e articolata su tre frazioni, per un totale di 226 Km, scatterà sabato 2 giugno da Gonnosfanadiga per concludersi lunedì sul traguardo di Villamassargia.

La prima tappa (Gonnosfanadiga-Pabillonis, interamente pianeggiante), sarà valida per l'assegnazione dei titoli italiani a cronometro amatori. Seguiranno, quindi la tradizionale Gran Fondo delle Miniere di Iglesias (anello di 142 Km adatto agli scalatori), e il Giro del Cixerri, circuito con partenza e arrivo a Villamassargia.

Ieri, nella sede dell'Assessorato regionale allo Sport, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione. Ospite d'onore "El Diablo" Claudio Chiappucci. «Mi fa sempre piacere tornare in Sardegna, terra in cui ho scritto alcune delle pagine più belle della mia carriera da professionista - ha dichiarato -. I miei impegni sono tantissimi, ma cerco sempre il modo per presenziare a questa bellissima manifestazione». A fare gli onori di casa Luigi Mascia, presidente della Monteponi: «Sarà un'edizione particolare - ha spiegato - anche quest'anno ci è stata affidata l'assegnazione dei titoli italiani a cronometro, a dimostrazione del fatto che la Federciclismo riconosce e apprezza le nostre capacità organizzative. Riproporremo l'apprezzato format sulle tre giornate con classifiche a tempo e non più a punti». I numeri? «Sono in netta ascesa - ha aggiunto - attendiamo circa 400 partecipanti, alcuni dei quali da Olanda, Gran Bretagna e Belgio. Tutti saranno accompagnati dalle rispettive famiglie, e questo ci fa particolarmente piacere perché il nostro obiettivo è quello di creare un indotto turistico».

Anche nel 2018 il Giro delle Miniere avrà il supporto dell'Assessorato allo sport della Regione: «Nell'ultimo anno abbiamo investito 8.4 milioni di euro nello sport - ha evidenziato Andrea Dettori, consigliere dell'Area metropolitana
di Cagliari». «Il Giro darà modo ad atleti provenienti da tutta Europa di scoprire le bellezze del Sulcis - ha concluso il numero uno della Federciclismo isolana Stefano Dessì - sono certo che la qualità dei percorsi renderà la gara molto interessante".

Mauro Farris

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro