Siviero racconta il “suo” rally: «Vi faremo divertire»

L’ideatore dei percorsi della tappa sarda del Mondiale fa il punto sulla gara a dieci giorni dal semaforo verde

ALGHERO
Il Rally Italia Sardegna si avvicina e Tiziano Siviero, che ha disegnato anche quest’anno la gara, racconta le sue impressioni. Il rally, giunto alla sua 15a edizione, è in programma dal 7 al 10 giugno con un percorso articolato su 20 prove speciali e 313 km cronometrati. «Abbiamo scelto di confermare la conformazione delle ultime due edizioni – ha detto l’ex copilota veneto – perché si sono disputate su un percorso omogeneo, facile da gestire e soprattutto ha ottenuto unanimi consensi. Per lo shakedown abbiamo riproposto, giovedì 7 al mattino, quello di Olmedo, poi la sera abbiamo optato ancora per la super speciale d’apertura di Ittiri, dove i piloti faranno due giri nell’Arena Show in diretta tv (su Rai e Fox). La prima tappa prevede poi la conferma della prova di Tula allungata di 7 km e della Tergu-Osilo, con il ritorno della speciale di Castelsardo ed il reinserimento di quella di Monte Baranta».. Sono in totale 8 le prove da disputarsi, quattro ripetute due volte, per complessivi 122,86 km cronometrati. «Il sabato – ha continuato Siviero – ci sarà la tappa più lunga e dura della gara con i suoi 146 km cronometrati, ricavata interamente nella regione del Monte Acuto con 7 speciali, quelle ripetute due volte di Coiluna-Loelle (km 14,95) in versione corta per la diretta tv (su Rai e FOX), Monti di Alà e Monte Lerno con il suo famosissimo Micky’s Jump, e a metà giornata la speciale cittadina di Ittiri di 1,4km. La tappa finale di domenica di soli 42,04 km cronometrati, identica a quella dell’anno scorso è composta da sole quattro prove speciali, con due passaggi sui 14 km fi Cala Flumini e due sui 6,96 km della Sassari-Argentiera, che andrà in onda in diretta tv (Rai e FOX) in entrambi i passaggi, e che nel secondo passaggio sarà anche la power stage finale».

Nel quartiere generale di Alghero continua intanto a lavorare a pieno ritmo lo staff della gara, in primis il direttore Lucio De Mori ed il suo vice Mauro Furlanetto. «Tutto è pronto – ha commentato De Mori – stiamo effettuando gli ultimi ritocchi. Saranno in totale 850 i commissari in servizio, oltre la metà dei quali il sabato sarà impegnata nelle due prove di Monti di Alà e Monte Lerno». Vittorio Carlino ha inoltre confermato che nonostante le recenti
copiose piogge lo stato del percorso è ok e le speciali sono a punto, mentre Nicola Imperio e Giuseppe Pirisinu stanno definendo sui vari crono gli ultimi dettagli delle Aree Gold, delle specifiche aree a pagamento allestite ad hoc per seguire la corsa.

Marco Giordo

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro