Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Si parte dalla Ittiri Arena poi una lunga galoppata e l’arrivo all’Argentiera

Sono 313 i km delle prove speciali, 1386 quelli complessivi Ecco un piccolo vademecum su come e dove seguire la gara

ALGHERO. Seguire tutto il rally sarà impossibile però ecco qualche suggerimento su dove vedere i passaggi più belli della gara. Shakedown: Olmedo (km 3,34). Giovedì 8 giugno ore 8. Lo shakedown è stato confermato nella stessa location dello scorso anno. E’ un crono veloce con un salto al secondo km, con un accesso per il pubblico dallo start di Olmedo.

PS 1 Ittiri Arena Show (km. 2) giovedì ore 18. La super speciale d’apertura denominata Ittiri Arena Show è ricavata all’interno di una pista di motocross. I concorrenti si sfideranno due alla volta partendo ad un chilometro di distanza tra di loro. Lo spettacolo è quindi assicurato.

PS. 2 e 6 Tula (km 21,99) venerdì ore 8.33 e ore 15.02. La speciale di Tula è stata allungata di 6 km rispetto al passato. E’ la classica prova che può fare la differenza, caratterizzata infatti da continui cambi di ritmo dove i piloti rischiano di perdere molti secondi. Merita di essere visto il passaggio a Sa Mela, a cui si arriva dagli abitati di Perfugas ed Erula. Da segnalare anche un salto al km 3,43 a cui si arriva da Tula.

PS. 3 e 7 Castelsardo (km. 14,52) venerdì ore 9.48 e ore 16.17. Dopo un anno ritorna il crono di Castelsardo che ha un tracciato quasi identico a quello delle altre edizioni, cambiano infatti solo l’inizio e il finale della prova. E’ un crono medio lento, la cui parte iniziale si disputa all’interno di un parco eolico, caratterizzato da continui cambi di ritmo e da un fondo duro e compatto. Il passaggio più spettacolare è l’inversione su asfalto a cui si arriva dalla celebre caratteristica Roccia dell’Elefante.

PS. 4 e 8 Tergu-Osilo (km 14,14) venerì ore 10.17 e ore 18.30. La Tergu-Osilo è una classica e storica prova speciale dal fondo abrasivo che è stata ancora confermata in questa edizione. E’ un remake della del Costa Smeralda dei tempi d’oro, utilizzata negli anni passati dai team iridati per numerosi test di macchine e gomme. Il crono è caratterizzato da un fondo veloce, con carreggiata larga e punti molto spettacolari con un anfiteatro naturale per il pubblico a metà prova a cui si può accedere da Nulvi o da Sennori.

PS. 5 Monte Baranta (km 10,78). Venerdì ore 11.48 e ore 18.24. E’ una prova nuova, in cui il primo km è realizzato dentro la miniera di Olmedo con salti ed un bel punto spettatori in un’arena realizzata appositamente. La speciale si ricollega poi allo shakedown e alla vecchia prova di Monte Baranta.

PS. 10 e 14 Coiluna-Loelle (km. 14,95). Sabato ore 8.38 e ore 16.08. E’ una speciale che si è disputata in tutte le edizioni della gara, con un tracciato più corto perché sarà trasmessa in diretta tv. E’ la speciale più rapida dell’intera corsa, e include anche stavolta il passaggio vicino all’omonimo nuraghe. La novità è un nuovo guado naturale all’ingresso della “Buddusò Arena”.

PS. 11 e 15 Monti di Alà (km. 28,52). Sabato ore 9.33 e ore 17.03. Monti di Alà è una prova veloce, formata dall’unione di parte della prova di Monte Lerno con quella di Monti di Alà. All’inizio è molto veloce poi nel secondo tratto si entra nel cantiere forestale di Sa Conchedda. Vi si accede da Alà dei Sardi – Buddusò nella strada per Santa Reparata.

PS. 12 e 16 Monte Lerno (km. 29,11). Sabato ore 10.11 e ore 17.41. E’ una versione di Monte Lerno identica a quella dello scorso anno, lunga solo 29 km, che prende il meglio come fondo delle precedenti edizioni. La speciale, che anche quest’anno è la più lunga dell’intera gara, è quella del famoso salto denominato “Micky’s jump” che ha fatto la storia di questa corsa, situato all’inizio al km. 5,23.

PS. 13 Città di Ittiri-Monte Coros (km. 1,40). Sabato ore 14.11. E’ in pratica un “remake” della super speciale d’apertura alla Ittiri Arena Show.

PS. 17 e 19 Cala Flumini (km. 14,06). Domenica ore 8.45 e ore 11.12. E’ una speciale medio veloce in cui bisogna essere bravi a guidare in mezzo ai muretti a secco e sul fondo sabbioso senza prendere rischi inutili. La prova presenta a metà e nel tratto finale una di serie di dossi. Ai punti spettatori si arriva da Palmadula, Biancareddu.

PS. 18 e 20 Sassari-Argentiera (km. 6,96). Domenica ore 9.38 e ore 12.18. La power stage è una prova sconnessa, caratterizzata da un inizio medio veloce, poi la strada si apre in uno spettacolare scenario di rocce di piombo argentifero della miniera di Canaglia posta di fronte al mare. Il finale è da non perdere assolutamente per gli spettatori. Si può accedere dall’Argentiera.