La sorpresa dei big: mai vista l’isola così bagnata

Il francese della Ford guarda avanti con ottimismo: «Sono partito piano ma adesso va tutto bene»

ALGHERO. Volti soddisfatti dopo la prima tappa del Mondiale rally in Sardegna. «E’ stata una giornata difficile – ha detto il leader della classifica Ogier – sia la mattina che il pomeriggio ho faticato. All’assistenza a metà mattina ho pensato che potevo fare di più e così nella speciale di Tula ho tenuto un passo veloce ma non sapevo che tempo avevo fatto. Quando ho saputo di essere passato in testa mi sono caricato, e spingendo sempre forte grazie alle gomme morbide ho segnato dei bei tempi e mantenuto la leadership. Domani speriamo non piova, ci aspetta una lunga battaglia».

BattagliEro anche Neuville. «Abbiamo trovato di tutto, pioggia, nebbia, condizioni davvero critiche. Ho guidato all’attacco per tutta la giornata e siamo secondi. Peccato nell’ultima prova quando ho messo due gomme nuove. L’idea non ha funzionato perché in un salto ho danneggiato il posteriore e in un punto in cui mi sono girato ha toccato l’anteriore. Adesso prepariamoci ad una altra lunga giornata».

Sorride Latvala «Nelle ultime tre gare tutto mi era girato male, ora sono terzo e va bene così. La gara è molto difficile, con tracciati più scivolosi del solito. Una Sardegna bagnata è una sensazione del tutto nuova. Adesso bisognerà andare forte e stare anche attenti alle pietre che troveremo in mezzo
alla strada».

Chiude Giuseppe Dettori: «E’ stata tosta. Sono partito prudente poi ho aumentato il ritmo cercando di recuperare e abbiamo chiuso la tappa con una posizione di classifica assolutamente positiva. Cercherò di difenderla sino alla fine»

Marco Giordo

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro