tennis 

Floris e Capalbo trionfano ad Alghero

Regionali assoluti, dominio del Tc Cagliari, doppio misto alla Torres

ALGHERO. Campionati sardi assoluti di tennis 2018 sotto il segno del Tc Cagliari. Il circolo di Monte Urpinu, ha firmato quattro titoli sui cinque a disposizione conquistando il primo posto nel singolare maschile con l’italo-argentino Franco Capalbo, nel singolare femminile con Anna Floris, nel doppio uomini con Capalbo e Stefano Mocci e nel doppio femminile grazie alla Floris e a Francesca Piu.

L’unica eccezione è arrivata dalla Torres-“E’ Ambiente” che si è imposta nel doppio misto con Elisa Patta e Cristiano Monte. Nei tabelloni minori, infine, successo di Andrea Virdis nella finale di terza categoria e di Gianfrancesco Rovasio tra i quarta categoria. Rispetto alla passata edizione svoltasi al Tc Cagliari hanno fatto il bis Capalbo e la coppia formata da Floris e Piu. Per il ventenne tennista metà italiano e metà argentino si tratta del secondo titolo consecutivo su altrettante partecipazioni, mentre la “decana” Floris ha trionfato per la quarta volta sia in singolare e sia in doppio, in quest’ultima specialità a fianco della Piu (due volte), della Campus e della Mueller.

Nelle due finali più importanti disputate sabato sera, come detto, hanno trionfato secondo pronostico Franco Capalbo e Anna Floris. Ma mentre il successo di quest’ultima è apparso subito scontato nei confronti della pur volenterosa nuorese del Tc Decimomannu Alessandra Pezzulla (che il giorno prima aveva annullato un match-point alla torresina Marilisa Sgarella che si è parzialmente consolata con il secondo posto raggiunto nel doppio femminile in coppia con la compagna di circolo Elisa Puggioni), un incontro durato cronometro alla mano appena 40 minuti con la Floris (marcata a vista dal suo coach e fidanzato Paolo Ricci, ex tecnico della Torres), di ben altro spessore è subito apparsa la finale del singolare maschile, durata due ore abbondanti, con il cagliaritano Marco Dessì (che il giorno prima era “sopravissuto” a un match-point firmato dal positivo e ritrovato Marco Pinna della Torres che a sua volta ha fallito il clamoroso ma non troppo tris dopo aver cancellato dal tabellone i favoriti Gino Asara e Miche Fois) capace di allungare l’incontro al tie-break nel secondo set contro un Capalbo che, sia pure con qualche piccolo black-out, si è dimostrato il più bravo e più completo di tutti. E a proposito sempre di quest’ultima finale (che ai più sembrava scontata ma che a conti fatti non lo è stata) va detto che il portacolori del Tc Cagliari ha evidentemente un conto aperto con i giocatori del Margine Rosso visto che nei due titoli regionali assoluti conquistati in altrettanti anni ha sempre battuto un avversario cartellinato con il circolo quartese.

Quest’anno, appunto, il già ricordato Marco Dessì (tra le giovani leve sarde più interessanti) e nella scorsa stagione il pluricampione campione sardo
assoluto Manuel Mazzella, tre titoli di fila in baccheca dal 2014 al 2016 dopo la resa a Monte Urpinu, e quest’anno assente in compagnia dell’altro “big” di Porto Torres Antonio Zucca, come si sa entrambi impegnati in altri importanti appuntamenti tennistici all’estero. (ang.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro