Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Ufficiale la fusione Sporting-Montalbo

La nuova realtà in lizza per il ripescaggio in Promozione

SINISCOLA. È stata ufficializzata dalla Figc la fusione tra le due realtà siniscolesi, Montalbo e Sporting Siniscola. Nel prossimo campionato ci sarà una sola squadra a difendere i colori del capoluogo baroniese. Il nuovo sodalizio ha preso la denominazione di “Montalbo-Siniscola” e porterà i colori bianco e verde con il logo del lupetto. Potrà contare su una ricca rosa di giocatori locali e un settore giovanile con numerose squadre, in grado di partecipare a tutti i tornei federali.

Dopo la retrocessione della Montalbo in Seconda, la nuova squadra frutto della fusione è stata iscritta al campionato di Prima categoria ma nel frattempo, è stata anche fatta la richiesta di ripescaggio in Promozione regionale visto che il Siniscola guidato da Antonello Scanu nella scorsa stagione aveva chiuso il torneo di Prima al secondo posto acquisendo quindi i diritti ad accedere alla griglia delle pretendenti. Per questo obiettivo il Siniscola, dovrà competere con Monteponi Iglesias, Gemini Pirri, Abbasanta e Pozzomaggiore, tutte società blasonate tra le quali ne sarà scelta una sola da ripescare in Promozione.

«Al di la del campionato in cui andremo a giocare – dice Gino Goddi, dirigente del Siniscola e promotore assieme a tante altre persone della storica fusione – vedo tanto entusiasmo intorno a questa operazione. Unendo le forze siamo convinti di poter disputare un olttimo campionato utilizzando quasi esclusivamente giocatori locali, così come contiamo di fare bella figura nel settore giovanile dove le due società, avevano investito bene negli ultimi anni». Il discorso relativo al settore giovanile, potrebbe poi estendersi anche al La Caletta che lo scorso anno ha preso parte all’attività del settore.

La nuova società parte con una ventina di dirigenti ma l’obiettivo è allargare il gruppo coinvolgendo forze fresche e sponsor locali. Già nella prossima settimana dovrebbe essere indetta una riunione per definire gli incarichi e programmare la nuova stagione.

Sergio Secci