Pavoletti (tripletta) subito protagonista

Nove gol dei rossoblù ai dilettanti della Rotaliana. La novità tattica del tecnico Rolando Maran è il modulo: 4-1-3-2

INVIATO A PEJO. Altri nove gol, quasi tutti nel primo tempo. Il Cagliari si ripete dopo la prima amichevole ad Aritzo e con lo stesso risultato (9-0) liquida i dilettanti della Rotaliana, formazione trentina appena promossa in Eccellenza. Pavoletti in evidenza con una tripletta (due di testa), a segno anche Capuano, Cigarini (rigore), Sau, Castro (primo rete per lui con la maglia rossoblù), Farias e Deiola. Un buon test seguito con occhio clinico dal tecnico Maran, che ha più volte richiamato la squadra sugli automatismi provati e ancora non del tutto metabolizzati, in questi giorni. Per 65' Maran ha tenuto in campo gli stessi undici, poi ha cambiato dopo 20' della ripresa tutta la squadra. A riposo Cerri che sta recuperando da un infortunio.

La novità. Il Cagliari ha giocato col regista basso in una sorta di 4-1-3-2, modulo che qualche hanno fa adottava il Porto ma che in Italia nessuno pratica. Prima Cigarini e poi Colombatto si sono piazzati davanti alla difesa, dettando i tempi di gioco, distribuendo palloni, anche se non sempre lo hanno fatto con la velocità di pensiero che il mister pretende. La squadra si è disimpegnata bene, è stata spesso corta e questo grazie ai movimenti dei quattro difensori che hanno sempre accorciato e accompagnato l'azione d'attacco con inserimenti sulle corsie. Un'amichevole (in attesa di quella di oggi contro il Real Vicenza, serie C) che ha mandato segnali positivi a Maran, maniacale nel trasmettere suggerimenti e concetti ai suoi.

La nota positiva. Likogiannis è cresciuto. L'esterno sinistro greco sa che quella appena cominciata deve essere la stagione del salto di qualità. Si è mosso con disinvoltura, è arrivato al cross con continuità, attaccando gli spazi e proponendosi per dettare il passaggio. Ha confermato di avere un ottimo piede ma soprattutto una qualità che spesso fa la differenza: sa crossare in corsa. Non è per nulla un dettaglio e Pavoletti ha subito beneficiato delle sue giocate sulla corsia, sfruttandole.

Gli attaccanti. Pavoletti è sempre un "falco" in area di rigore. Sau deve crescere e forse ritrovare un po' di allegria. Non sa ancora se resterà ma nel suo cuore vorrebbe continuare ad indossare la maglia che ama. Maran lo osserva, il Frosinone lo cerca, sta a lui dimostrare sul campo che deve stare a "casa sua" e avere una maglia da titolare. Han e Farias è meglio che imparino subito ad essere meno fumosi e badare più al sodo. Con un tecnico come quello trentino non c'è spazio per la leziosità. E' meglio che si adeguino e anche in fretta.

Il tabellino. CAGLIARI: Rafael (64’ Aresti), Pisacane (64’ Faragò), Andreolli (64’ Romagna), Capuano (64’ Ceppitelli), Lykogiannis (64’ Pajac), Dessena (64’ Deiola), Cigarini (64’ Colombatto), Padoin (64’ Barella), Ionita (64’ Castro), Sau (64’ Han), Pavoletti (64’ Farias).

ROTALIANA: Rossatti (46’ Poli), Stefenelli (46’ Rizzi), Zentil, F. Conci, Ahmed (46’ Biaggini), Aiello, G. Conci (46’ Uez),
Bonenti (46’ Dauti), Perri (46’ Canali), Dallavalle (46’ Colombetti), Orsini (46’ Callovini).

ARBITRO: Zambetti di Lovere.

RETI: 4’ Capuano, 8’ Pavoletti, 13’ Cigarini su rigore, 21’ e 38’ Pavoletti, 44’ Sau, 67’ Castro, 75’ Farias, 83’ Deiola.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro