Tavernari vola a Cantù alla Dinamo arriva Diop

Rescisso consensualmente il contratto con l’italobrasiliano specialista delle triple Presto a Sassari un lungo italosenegalese di 18 anni, in evidenza a Udine in A2

SASSARI. Addio, senza saudade. Jonathan Tavernari da ieri non è più un giocatore della Dinamo basket. L’italobrasiliano così prezioso come uomo-spogliatoio e specialista del tiro da tre soprattutto nella seconda parte della scorsa stagione ha firmato con Cantù mantenendo vivo il suo sogno e la sua ambizione: continuare a giocare in serie A. Con «i migliori auguri della società per un prosieguo di carriera ricco di successi e soddisfazioni» di rito.

Trentun anni, ala di due metri, il numero 45 biancoblù sin dallo scorso febbraio era stato confermato dal presidente Sardara e dal gm Pasquini per altre due stagioni. A campionato concluso e a nuovo coach Esposito arrivato, per lui – 5 punti di media e il 50% da tre di media a Sassari – sembrava possibile il passaggio alla Academy Cagliari in A2, sempre in famiglia-Dinamo, ma la soluzione trovata ieri con la risoluzione consensuale del contratto accontenta entrambe le parti, e apre nuove interessanti ipotesi sia in casa rossoblù nel Sud dell’isola, sia per quanto riguarda la Dinamo che libera una casella italiana nel suo futuro roster 6+6.

Radio mercato assegna da tempo la casella dell’ultimo lungo italiano a Ousmane Diop, 18 anni (19 febbraio), 2 metri e 4, 100 kg, senegalese di passaporto italiano. Dioup è esploso nelle ultime due stagioni a Udine in A2, giocando 19 minuti di media con 6 punti
e il 55 per cento da sotto. Da aggiungere, 5 rimbalzi per partita. Mancherebbe solo la firma, a questo punto, e la Dinamo sistemerebbe un altro tassello con un giovane di buone prospettive e di talento.

Poi, all’appello mancano ancora due lunghi, un americano e un italiano.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro