Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Carboni si riprende il “suo” Latte Dolce: qui darò il massimo

L’attaccante del ’96 ha seguito mister Udassi dallo Stintino Sassaresi in ritiro, prima amichevole il 29 con l’Arzachena

SASSARI. Parte ufficialmente la nuova stagione del Latte Dolce, impegnato per la terza stagione di fila in serie D. Formalizzata l'iscrizione e dato forma al nuovo staff tecnico e al gruppo di atleti, tra tante conferme e qualche nuovo arrivo, la squadra sassarese è pronta a ritrovarsi al campo di via Cilea, per proseguire verso Santa Maria Coghinas, la località scelta come sede del ritiro precampionato. La vita biancoceleste nei prossimi giorni sarà concentrata tra l'hotel Montiruju e il campo di Valledoria, dove si solgeranno gli allenamenti. Fino al 31 luglio sono previste due sedute giornaliere ed è già stato fissato un primo test, domenica 29 contro l'Arzachena.

Ogni dettaglio è stato curato dal nuovo team manager Lello Mela e agli ordini del nuovo mister Stefano Udassi sono già stati reclutati 15 giocatori. Altri si aggiungeranno a breve, perchè altre trattative sono in atto, pronte a essere concluse. Al momento l'organico è formato dai confermati Daniele Bianchi, Alessandro Masala, Daniele Contu, Simone Ravot, Marco Cabeccia, Luigi Scanu, Paolo Palmas, Simone Patacchiola, i portieri Pierpaolo Garau e Salvatore Pittalis più i volti nuovi Lamine Doukar, Niccolò Antonelli, Marcos Sartor, Paolo Tuccio e Marco Carboni. Quest'ultimo è una novità... a metà, avendo indossato la maglia biancoceleste due stagioni fa. Nel mezzo l'esperienza con lo Stintino di Udassi, che ha voluto l'attaccante anche a Sassari così come il giovane difensore Paolo Tuccio (classe '99), che ha subito dichiarato il suo entusiasmo per la nuova avventura: «Ho scelto il Latte Dolce perché è una grande società e ha un grande allenatore, che mi daranno la possibilità di crescere e migliorare. La mia storia calcistica è iniziata proprio qua, con la trafila nelle giovanili e il passaggio allo Stintino prima in Promozione e poi in Eccellenza. Adesso la serie D, una bella opportunità che spero mi regali tante soddisfazioni. Sono molto motivato - ha concluso Tuccio - e pronto ad affrontare un campionato ricco di grandi calciatori e dunque molto impegnativo, soprattutto per un giovane».

Non meno felice del rientro a Sassari Marco Carboni: «E' bellissimo rifare parte di questa squadra e ritrovare una società in cui sono stato molto bene e un tecnico da cui nell'ultimo anno ho potuto imparare tanto. Mi aspetto una bella stagione, daremo tutti il massimo». Nei giorni scorsi ha ri-sposato il progetto Latte Dolce anche il più esperto Patacchiola, difensore del '91 col fisico del ruolo al terzo anno in biancoceleste e ormai vittima del mal di Sardegna: «Sassari è la mia seconda casa e l'Isola è la mia nuova terra, faccio parte di un club serio dove i valori tecnici e professionali si accompagnano a quelli umani. L'obiettivo è provare a fare meglio delle annate precedenti, in un torneo che si annuncia ancora più duro sul piano agonistico».

Sandra Usai