Chiara Obino sfida l’abisso oggi il “tuffo” a meno 86

L’apneista cagliaritana prova a riprendersi il record del mondo in assetto costante Il tentativo, previsioni meteo permettendo, alle 10 nelle acque di Villasimius

CAGLIARI. Quella di oggi, potrebbe essere la giornata giusta, per Chiara Obino, che nelle acque di Villasimius, tenta il record mondiale di apnea in assetto costante con pinne: discesa e risalita con le proprie forze. L'atleta cagliaritana, che due anni fa aveva conquistato ad Ustica il primato iridato riportando in superficie il cartellino che segnava - 81 metri, oggi proverà a immergersi fino a - 86 metri di profondità. Un metro in più stabilito dalla slovena Alenka Artmick e dall’ucraina Natalia Zharkova, che lo scorso anno nelle acque di Kas, in Turchia centrarono il record mondiale a - 85.

«Le previsioni meteo sono buone, tuttavia abbiamo diverse alternative per la scelta dei campi di gara – ha detto Chiara Obino – : Campulongu, Isola dei Cavoli e Serpentara o lo specchio di mare davanti alla spiaggia di Geremeas. Sono contenta di aver scelto per il tentativo di record l'Area della Marina Protetta di Capo Carbonara - Villasimius, un mare che assicura grande visibilità. Acque limpide anche se difficili, dove si percepisce sempre, durante la discesa e la risalita, il cosiddetto "taglio d'acqua fredda", con la temperatura che cambia improvvisamente. C’è differenza con le acque tropicali dove la temperatura è sempre alta e il mare non è altrettanto limpido. Sono comunque felice di tentare il primato a casa mia».

A Villasimius e tutto pronto da giorni e l’organizzazione resterà attiva fino domenica nel caso oggi il meteo si mettesse di traverso. Oltre al tentativo di Chiara Obino la cittadina ospiterà tre giorni di manifestazioni dedicate a Fabrizio Accorte, un coraggioso e bravissimo vigile del fuoco sommozzatore scomparso qualche anno fa, che in passato aveva sempre seguito e assistito l’apneista cagliaritana durante le sue immersioni. Alla manifestazione, organizzata dall'Associazione Blueworld, partecipano anche due atleti della nazionale italiana di apnea, compagni di squadra della campionessa sarda, la cagliaritana Yara Espis e il padovano Antonio Mogavaro. A Villasimius ci sarebbe dovuta essere la nazionale al completo, ma la maggior parte dei componenti della
squadra azzurra è impegnata al "Vertical Blue", manifestazione internazionale in programma in questi giorni nelle Bahamas. Ma l'attenzione è puntata soprattutto sulla regina azzurra degli abissi, che questa mattina proverà a riprendersi il record mondiale.

Sergio Casano

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro