Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La fantasia di Bradaric al servizio del Cagliari Oggi le visite a Roma

Il centrocampista acquistato a titolo definitivo dal Rijeka Un trio per la difesa: Tonelli, Gustavo Gomez o Kannemann

CAGLIARI. Filip Bradaric è un giocatore del Cagliari. Il centrocampista del Rijeka e della nazionale croata, ha scelto la maglia rossoblù e oggi sosterrà le visite mediche a Roma, nella clinica Villa Stuart. La trattativa è stata chiusa sulla base di cinque milioni di euro, più uno di bonus. Il giocatore arriverà a titolo definitivo. La società sarda ha vinto la concorrenza del Bordeaux che aveva offerto 6,5 milioni, ma ha prevalso la volontà di Bradaric, che dopo aver parlato più volte col connazionale Srna, si è convinto a raggiungerlo nell’isola. Il nuovo acquisto non prenderà parte alla trasferta turca che durerà cinque giorni, ma a metà settimana arriverà a Cagliari e comincerà ad allenarsi nel Centro sportivo di Assemini. Con questa pedina è stato completato il centrocampo e “finalmente” ci sarà un’alternativa a Cigarini.

La carriera. 26 anni compiuti a gennaio, Bradaric è cresciuto nell’Hadjuk Spalato prima di essere ceduto in prestito allNK Primorac dove è rimasto fino al 2013. Tornato alla base, nel febbraio del 2015 viene ceduto al Rijeka. Con questa maglia timbra 103 presenze, segnando sette gol. Ha giocato con le nazionali Under 19 e 21 della Croazia. Ha ricevuto la prima chiamata con la nazionale maggiore nel novembre 2016. Il debutto contro l’Irlanda del Nord, gara che lo vede in campo per tutti i 90’. È’ stato convocato per il Mondiale in Russia, competizione nella quale ha giocato contro l’Islanda (vittoria per 2-1).

Pressing Inter. Nel fine settimana c’è stata un’accelerata dell’Inter per convincere il Cagliari a cedergli Nicolò Barella. Piero Ausilio, responsabile dell’area tecnica dell’Inter, sta tempestando di telefonate il patron Giulini e il direttore sportivo Carli. Vorrebbe acquistarlo in prestito oneroso con obbligo di riscatto a fine stagione per una cifra complessiva appena inferiore ai trenta milioni. Se il presidente Tommaso Giulini non ha cambiato idea, la società nerazzurra dovrà alzare l’offerta e dovrà versare almeno 35 milioni cash se vuole il giocatore, altrimenti non se ne fa nulla. In pressing c’è anche il procuratore di Barella, Alessandro Beltrami (lo stesso di Nainggolan), ma al momento Giulini è deciso a dire no all’offerta.

Il difensore. Walter Kannemann, difensore di 27 anni, brasiliano del Gremio ma con passaporto comunitario è un obiettivo. Il Cagliari avrebbe offerto 3 milioni di euro, ma il club brasiliano ne chiede almeno 8. Nel mirino c’è sempre Lorenzo Tonelli del Napoli, inseguito anche dal Bologna. I rossoblù hanno proposto un milione di euro di prestito oneroso con diritto di riscatto. Il club partenopeo chiede l’obbligo di riscatto. Piace sempre Gustavo Gomez del Milan, ma al momento non è sicuramente la prima scelta.

Uscite. Il Frosinone è pronto a fare carte false per arrivare a Marco Sau, ma il Cagliari non è così sicuro di lasciarlo partite e anche il giocatore preferirebbe restare in Sardegna. Il Benevento e il Crotone, invece, vofgliono il difensore Marco Capuano. Operazione che in settimana potrebbe essere concretizzata-

©RIPRODUZIONE RISERVATA