Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Lo Shardana Rally Day è nato fra gli applausi

Presentata nella sede della Nuova la gara che animerà Alta Gallura e Anglona «La collaborazione fra associazioni sportive ed enti territoriali sarà vincente»

SASSARI. «Credo che questa formula particolare, che permette a tutti i piloti di confrontarsi alla pari senza spese eccessive, sia vincente. Il Shardana Rally Day sarà molto partecipato e sarà un grande spettacolo: regalerà emozioni a piloti e spettatori». Marino Gessa, pilota arburese ultimo vincitore di un rally sardo, il “Geominerario” a fine giugno, ha c oncluso così la presentazione ufficiale della prima edizione della prova in programma a settembre.

Il rally organizzato dall'Aci Sassari e dalla Valledoria Racing con Chiaramonti Racing Team e il patrocinio dell'Unione dei Comuni dell'Alta Gallura e dell'Anglona è stato presentato ieri nella sala conferenze della Nuova Sardegna.

Parte quindi con il piede giusto la prima edizione della prova su asfalto, in programma il 15 e il 16 settembre sulle strade ai confini tra la Gallura e l'Anglona nell’area della Bassa Valle del Coghinas.

Dopo l'apertura e i saluti del patron della gara, Antonio Cannizzaro, seguiti dai saluti dell'amministratore delegato della Nuova Sardegna, Antonio Esposito, in rappresentanza delle amministrazioni pubbliche che supportano l’evento Pietro Carbini, presidente dell'Unione dei Comuni dell'Anglona e bassa Valle del Coghinas, ha ribadito: «Le manifestazioni sportive sono un importante volano per il territorio e, questo evento ci rappresenterà al meglio». A Salvatore Masia, presidente della Valledoria Racing, è spettato invece spiegare come è nata l'idea dello Shardana Rally Day: «Siamo un gruppo di amici, molti impegnati nell'attività agonistica, e abbiamo deciso di cimentarci in questa sfida organizzativa. Grazie al supporto dell'Aci di Sassari e delle varie amministrazioni comunali del territorio siamo riusciti a mettere in cantiere questa manifestazione che, per il momento, sta riscuotendo numerosi e unanimi pareri favorevoli. Siamo alla prima esperienza organizzativa ma siamo estremamente fiduciosi della buona riuscita dell'evento che avrà un impatto positivo, economico e delle presenze, nel territorio». Matteo Manchia, presidente del Chiaramonti Slalom Team, ha chiarito invece gli aspetti delle collaborazione tra le associazioni. Sono poi intervenuti il sindaco di Sedini, Tore Carta, Roberto Pirodda in rappresentanza del comune di Badesi e Luigi Pinna per Chiaramonti. È spettato infine a Marco Demontis illustrare gli aspetti tecnici della gara: «La prima edizione dello Shardana Rally Day sarà su asfalto. Avremo tre prove speciali (da ripetere due volte ognuna) davvero difficili con partenza dal lungomare di Valledoria e arrivo all'Isola Rossa».