Derby di Gallura senza vincitori

Serie C, andata del primo turno di Coppa Italia. L’Olbia rimonta l’Arzachena nel recupero

Olbia1

Arzachena1

OLBIA: Crosta, Pisano, Cusumano, Pinna, Cotali, Muroni, Vallocchia, Biancu (12’st Ceter), Pennington, Ragatzu, Senesi. A disposizione Van der Want, Pitzalis, Tetteh, Mastino, Melgari, Soro, Occhioni e Martiniello. Allenatore Michele Filippi.

ARZACHENA: Ruzittu, Pandolfi, Taufer (36’st Manca), Busatto, Moi, Bonacquisti, Casini, La Rosa, Sanna (41’st Onofri), Loi (21’st Porcheddu), Nuvoli. A disposizione Pini, Belardelli, Lombardo, Corinti, Casula e Bruni. Allenatore Mauro Giorico.

ARBITRO: Giordano di Novara.

RETI: al 5’st Sanna, al 46’st Ceter.

NOTE: ammoniti Moi, La Rosa e Casini, angoli 4-0, spettatori 500.

OLBIA

Finisce 1-1 il derby tra Olbia e Arzachena e tutto è rimandato alla gara di ritorno che si giocherà a campi invertiti.

La squadra allenata da Mauro Giorico non è riuscita a mantenere il vantaggio realizzato a inizio del secondo tempo da Andrea Sanna (vera bestia nera dell’Olbia), subendo la rete del pareggio soltanto nei minuti di recupero grazie al neo entrato Ceter.

È la prima partita ufficiale e il gioco ne risente, con Olbia e Arzachena che sentono della preparazione che stanno svolgendo nei rispettivi ritiri di Aritzo e Pattada.

Nel primo tempo l’Olbia ha un maggior possesso palla, ottiene quattro calci d’angolo a zero), ma l’Arzachena sorniona cerca di colpire in contropiede.

Al 10’ Loi va alla conclusione dentro l’area, ma la sfera si perde sul fondo. Al 35’ Cotali fa gridare al gol i tifosi in maglia bianca, ma il pallone termina sull’esterno della rete. Al 45’ ultima occasione della prima frazione con un calcio di punizione dal limite calciato da Ragatzu e complice una deviazione della barriera ospite, costringe a una respinta in calcio d’angolo il portiere Ruzittu.

Nella ripresa il risultato si sblocca al 5’ con il vantaggio dell’Arzachena che si porta in vantaggio con Andrea Sanna che sfrutta un tiro-cross di Nuvoli per battere da pochi passi Crosta.

A questo punto, il mister dell’Olbia Michele Filippi potenzia il reparto avanzato con l’ingresso di Ceter al posto di Biancu. Al 26’ occasionissima per l’Arzachena per raddoppiare: Porcheddu lascia partire una conclusione dal limite che supera Crosta ma non Cusumano (il più giovane in campo essendo del 2001), il quale sulla linea di porta respinge.

L’Olbia prova a reagire e realizzare il gol del pareggio, ma la difesa dell’Arzachena (composta dai nuovi Moi, Busatto e l’olbiese Luca La Rosa) è attenta e ribatte ogni insidia portata da capitan Ragatzu e compagni.

Vengono assegnati tre minuti di recupero e l’Olbia riesce a pareggiare grazie a Ceter, che approfitta di un’incertezza difensiva ospite per battere Ruzittu.

Domenica prossima si gioca la gara di ritorno a campi invertiti: sarà l’occasione per la riapertura del Biagio Pirina di Arzachena chiuso nella scorsa stagione
e rimesso a norma per il campionato di serie C.

La qualificazione al turno successivo si decide tutto nella gara di ritorno: qualora al 90’ ci fosse un risultato di 1-1, si andrà ai supplementari ed eventualmente ai calci di rigore.

Paolo Muggianu



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro