Sau come Farias: resta. Kannemann si avvicina

L’argentino preme col Gremio per la cessione. La sfida col Palermo

CAGLIARI. La storia di Marco Sau può diventare simile a quella di Diego Farias. Come il brasiliano, il bomber di Tonara aveva le valigie pronte. La sua cessione veniva data per scontata. L’attaccante, però, ha il Cagliari nel cuore, non ha detto una sola parola, si è messo a lavorare a testa bassa con un solo obiettivo: convincere il tecnico Maran che lui può ancora dare tanto alla causa rossoblù. E c’è riuscito, tanto che il mister mercoledì sera nella “pancia” della “Sardegna Arena” si è sbilanciato, parlando di stima nei confronti del giocatore e annunciando, in sintesi, che non è sul mercato. «Ha una capacità di cucire il gioco eccellente - ha detto Maran -, per noi è una pedina fondamentale». Concetti chiari, che non hanno bisogno di essere interpretati. Sau resta e si giocherà con Farias la maglia da titolare.

Mercato. Ieri non ci sono stati passi avanti nella trattativa per il difensore centrale Kannemann. L’argentino vuole il Cagliari, lo ha detto chiaramente al Gremio. Giulini ha aumentato l’offerta a cinque milioni ma non ha intenzione di andare oltre. O si chiude a queste cifre, oppure verrà percorsa un’altra strada. Le alternative sono Lorenzo Tonelli del Napoli e Spolli, anche se quest’ultima pista sembra la più fredda. Ieri è stato fatto il nome del bosniaco Ervin Zukanovic, giocatore che Maran ha allenato per una stagione al Chievo e che non sembra rientrare nei piani del Genoa. Carli, per il momento, ha soltanto sondato il terreno, ma se l’operazione col Gremio non dovesse concretizzarsi, l’opzione Zukanovic non è da trascurare. Così come non è per nulla tramontata l’ipotesi di arrivare a Gaetano Letizia, l’esterno sinistro del Benevento che il Cagliari ha inseguito senza successo nelle ultime due sessioni di mercato. Colombatto e Capuano potrebbero prendere la strada della Campania.

Coppa Italia. Domani cominciano gli impegni ufficiali per il Cagliari. I rossoblù ospitano (ore 20,30) il Palermo, gara ad eliminazione diretta del terzo turno di Tim Cup. È l’ultimo test prima dell’inizio del campionato che la squadra di Maran comincerà ad Empoli. Il tecnico, probabilmente, manderà in campo la formazione che la domenica successiva schiererà in Toscana e non dovrebbe discostarsi da quella che ha cominciato la gara con l’Atletico Madrid. I dubbi riguardano solo l’attacco: Farias o Sau con Pavoletti. Padoin partirà dalla panchina.

I tifosi. Sono già 5.000 i biglietti venduti per assistere all’incontro di domani col Palermo. La tribuna è in via di esaurimento, rimane una buona disponibilità nelle curve. Resterà chiuso il settore Distinti. Per questa occasione sarà valida una speciale promozione per gli abbonati e i tifosi
che hanno comprato il biglietto per l’amichevole con l’Atlético Madrid: il prezzo del tagliando è di 7 euro in tribuna e 3 € nelle curve. probabilmente non ci sarà il pienone fatto registrare mercoledì, il Palermo non ha il fascino del colchoneros.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro