La vela latina è floscia Stintino e S. Antioco le ultime roccaforti

Diana dell’Aivel: tante barche ma nessuno vuol fare sacrifici Gli armatori sono ultrasessantenni e i giovani latitano

CAGLIARI. L'antico armo ha le vele sempre più ammainate, da qualche anno non riesce più a spiegarle. È ormai crisi profonda per la vela latina, dopo la grande rinascita degli anni Ottanta e la serie di manifestazioni internazionali tra le quali spiccava la Regata di Stintino.

«Purtroppo, siamo sempre meno – riconosce Dario Diana, presidente dell'Aivel, da anni al timone del Circolo Nautico Calasetta, nonché armatore di Principessa, storico gozzo carlofortino – nonostante la Sardegna, che può vantare ancora tanti maestri d'ascia, possa contare complessivamente su una flotta di un centinaio di imbarcazioni, tutte bellissime. Aggiungiamo quelle in secca, abbandonate, da anni in svendita: i proprietari hanno difficoltà a disfarsene, non riescono a piazzarle neanche gratis. Rimetterle in sesto e armarle comporta costi e soprattutto tanti sacrifici».

Gozzi, lance, lancette, bilancelle erano le regine del mare perché oltre far mostra di sé partecipavano assiduamente alle regate nelle cittadine che ancora conservano la tradizione del vecchio scalmo, come Alghero, Stintino, La Maddalena, Olbia, Porto Torres, Bosa, Carloforte, Portoscuso, Calasetta. «La crisi della vela latina è dovuta soprattutto al fatto che c'è stato un crollo generazionale – prosegue Dario Diana – la maggior parte degli armatori sono ultrasessantenni. Sono molto pochi i giovani che vengono attratti da questa disciplina, patrimonio culturale della Sardegna. A Calasetta stiamo cercando di avvicinare i giovani con diverse iniziative come “La Veleggiata” o la “Vela per tutti”, coinvolgendo negli equipaggi anche due turisti per imbarcazione. Finora la formula sembra stia funzionando».

Il calendario federale della Terza zona anche quest'anno è scarno di appuntamenti. Le manifestazione di principale rilievo sono la 26ª edizione del Trofeo Presidente della Giunta regionale a Sant’Antioco, e
in primo piano a fine mese a Stintino la “Regata della vela latina” con il Trofeo “Presidente della Repubblica”, che quest'anno festeggia la 36ª edizione. Poi, gli equipaggi con al seguito piccole imbarcazioni carrellabili, emigreranno per partecipare al campionato nazionale, a Gallipoli.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro