Vai alla pagina su Cagliari calcio
Il Cagliari a Empoli sogna una partenza sprint

Cagliari

Il Cagliari a Empoli sogna una partenza sprint

Barella trequartista può essere la novità tattica nella gara che apre il campionato rossoblù. Farias ancora una volta preferito a Sau

CAGLIARI. Il tempo delle parole è finito. E' arrivato il momento di lasciare spazio al campo, unico giudice inappellabile nel calcio. Il Cagliari comincia la nuova avventura a Empoli (dove il direttore sportivo Carli è di casa, per lui non sarà una partita come le altre), con un timoniere diverso (Maran al posto di Lopez), una squadra rinforzata e tante conferme. Un esordio (si giocherà col lutto al braccio e prima dell'inizio è previsto un minuto di raccoglimento per le vittime della tragedia di Genova) senza Joao Pedro e Srna, che stanno scontando le rispettive squalifiche per doping. I rossoblù hanno svolto un pre-campionato di ottimo livello, trasmettendo segnali confortanti. Da oggi si fa sul serio. Iniziare sul campo di una neo promossa non è semplice. I toscani si trascinano dietro un carico di entusiasmo. Niente male come primo test per i Quattro Mori, chiamati a dare subito risposte importanti. Vincere all'esordio sarebbe il massimo.

La novità. Se la formazione appare scontata, la variante potrebbe essere Barrella trequartista e Ionita mezzala sinistra. Un'idea sperimentata con successo domenica scorsa nella gara di Tim Cup col Palermo e che oggi potrebbe essere riproposta, magari con i due che si scambiano la posizione durante la partita. A centrocampo Cigarini sarà il vertice basso, Castro a destra, Farias e Pavoletti le punte. Il brasiliano avrà un'altra chance da titolare ma deve dare di più, essere più dentro la partita, avere meno pause. Lo stimolo per lui è Sau, che scalpita.

L'Empoli. "Siamo un cantiere" ha detto nei giorni scorsi il tecnico Andrezzoli. In effetti la società ha chiuso diverse operazioni negli ultimi giorni e oggi quasi tutti i nuovi arrivati partiranno dalla panchina. Il modulo dei toscani è simile a quello del Cagliari, con la differenza che i centrocampisti giocano in linea e Zajc alle spalle dei due attaccanti: La Gumina e Caputo. Una squadra alla quale non bisognerà concedere campo, perchè quando trova spazi sa fare male.

I precedenti. Quella del "castellani è una sfida andata in onda 15 volte e non ha mai portato particolare fortuna ai sardi: 12 le vittorie dei padroni di casa, 1 pareggio e soltanto 2 successi rossoblù. Quello più eclatante nel 2014/15 con Zeman in panchina, tre punti che hannorotto l’egemonia toscana nella storia della sfida. A segno Avelar (doppietta), Sau e Ekdal. Ma l'ultima volta, con Rastelli è arrivata un'altra sconfitta nella stagione in cui l'Empoli è retrocesso.

L'arbitro.
Chiffi di Padova ha diretto lo stesso numero di volte sia il Cagliari che l'Empoli. Con i rossoblù entrambi gli incroci in B: pareggio a Livorno e vittoria a Bari, serata che ha sancito la promozione in A. Le due sfide dirette con la formazione toscana sono terminate senza gol.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro