Arriva Chiara D’Elia Una promessa sarda per l’Hermaea Olbia

Prende corpo il team per la prossima A2 femminile di volley La sassarese con Degortes e Mele formerà il tridente isolano

SASSARI. Non c’è due senza tre. Così, dopo i liberi Simona Degortes e Ludovica Mele sarà la schiacciatrice Chiara D’Elia a comporre il tridente sardo nell’Hermaea Olbia nella prossima A2 femminile di pallavolo. Sassarese, classe 1995 per 180 centimetri di altezza, è figlia d’arte per entrambi i genitori. E anche la sorella maggiore Beatrice calca tutt’ora i parquet. Dopo gli inizi nella Silvio Pellico a 18 anni si è spostata nel Sorso, con cui ha vinto la serie C, e ha giocato la scorsa stagione in B2, laureandosi contemporaneamente in Economia e Management.

«Il salto in serie A è inaspettato e mi spaventa un sacco – spiega Chiara - ma allo stesso tempo è stimolante ed emozionante. Penso che sia il sogno di ogni sportivo poter far parte di una squadra a questi livelli. Mi aspetto di crescere sia dal punto di vista pallavolistico che dal punto di vista personale, conoscere un mondo completamente diverso da quello a cui sono abituata e sono pronta a imparare, a prendere esempio dalle compagne più esperte e mettermi in gioco al massimo». «Chiara è senz’altro una giocatrice molto promettente a livello regionale, e dotata di una buona altezza – afferma il coach Michelangelo Anile - una brava attaccante che deve migliorare nella fase ricettiva. Considerate la sua forte volontà e il duro lavoro che svolge in palestra, sono sicuro potrà crescere molto».

«Siamo molto contenti di avere con noi una ragazza sarda – aggiunge il presidente Gianni Sarti – Chiara è giovane e una delle più promettenti atlete isolane». A questo punto per completare la rosa olbiese manca solo un tassello che sarà una schiacciatrice straniera.

In B maschile è ormai al completo il Sarroch, che ha ingaggiato come preparatore atletico e vice del coach Enrico Balletto un pezzo da novanta come Luca Donati, preparatore fisico tra i migliori nel panorama internazionale. Arriva in Sardegna dopo esperienze maturate in Italia, Romania, Francia e Polonia, con 4 scudetti, 3 coppe nazionali e una finale di coppa Cev con la squadra polacca femminile dell'Atom Trefl Sopot. Chiuso anche il gruppo per la prossima stagione con gli arrivi del diciannovenne libero Simone Mocci dall’Olimpia Sant’Antioco (B), e dello schiacciatore Andrea Maciocco, classe 2001, dalla Stella Azzurra di C. E nella stessa categoria sarà un talento isolano a occupare la cabina di regia del Cus Cagliari Sandalyon: il cagliaritano Riccardo Muccione, che torna dopo una stagione a Galatina ed è ben conosciuto per aver militato, sempre a livello nazionale, fra Cagliari, Olbia, Oristano, Sarroch e Sant’Antioco. Ritroverà il fratello maggiore Nicola, con cui ha già
fatto coppia sia a Cagliari che a Sant’Antioco. E rientra anche lo dello schiacciatore Alessandro Enna, diciannovenne di San Vero Milis proveniente dal Parella Torino, con cui negli ultimi due anni è cresciuto nelle giovanili mettendosi in mostra anche in nella prima squadra, in serie B.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro