Il Borore si presenta: qui per restarci

Dopo dieci anni il club torna in Promozione. Nomi diversi ma stessa passione

BORORE. Dopo dieci anni (era il 2008 quando salì per la prima volta in Promozione dove rimase 4 anni prima di scivolare e poi in Seconda), il Borore ci riprova. Stessa serie, protagonisti diversi. Allora c'era mister Gavino Arca, oggi il 39enne di Arborea Giancarlo Boi, ex mister dell'Abbasanta. Alla presidenza c'era Valerio Tola che, dopo 11 anni, nel 2014 passò il testimone a Luciano Salaris. Adesso c'è Mauro Trazzi. Poliziotto bororese di 38 anni, è il più giovane presidente della storia del club. Passa il tempo e qualcuno è sempre lì, come il veterano dei giocatori. Cristian Tola, classe 1974, milita nel Borore da 25 anni. 598 le presenze con la maglia biancorossa e 87 gol segnati. Da un paio d'anni divide il campo da gioco col figlio 21enne Eddy. Accanto a loro, altri 11 locali, tra cui i nuovi arrivati Dario Deriu e Piergiorgio Soru; 10 quelli provenienti da altri paesi, tra loro il più giovane, Gianluca Soru 17enne di Santu Lussurgiu, Tony Princiotta,1990 di Nurachi, e il portiere 22enne Riccardo Mele di Bolotana. Squadra e direttivo sono stati presentati sabato al ristorante Le Cupole, uno degli sponsor. «L'obiettivo – dice Boi – è dare del nostro meglio per restare in Promozione». Dello stesso avviso Trazzi, che aggiunge: «Ho accettato l'incarico per fare qualcosa per il mio paese». In attesa del 23 agosto, quando verrà pubblicato il calendario, i biancorossi si preparano
per la Coppa. Il 9 settembre arriva la Macomerese, il 16 il ritorno. Davanti una nuova avventura, ma la mente va anche al passato. A chi, venuto a mancare poco tempo fa, per 10 anni ha allenato il Borore con passione e impegno: ciao, Mario Cappai.

Alessandra Porcu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro