Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

L’allenatore Scotto: «Il nuovo Sorso pronto con pochi ritocchi»

SORSO. Prosegue a grande ritmo la preparazione del Sorso condotta da Pier Luigi Scotto. Sabato pomeriggio ci si è messo di mezzo un temporale, che ha provocato l’interruzione dopo che comunque era...

SORSO. Prosegue a grande ritmo la preparazione del Sorso condotta da Pier Luigi Scotto. Sabato pomeriggio ci si è messo di mezzo un temporale, che ha provocato l’interruzione dopo che comunque era stata effettuata la parte atletica: niente partitella in famiglia per paura di infortuni. Ancora assente il solito Fabrizio Falchi, a buon punto ormai nella guarigione della spalla infortunata a Usini nello spareggio dello scorso torneo. Federico Altea, anche lui sofferente a una spalla, è impegnato in esercizi differenziati. E per qualche giorno starà fermo Elie Ngange, nuovo difensore proveniente dal Valledoria, a causa di una distrazione muscolare.

Grande interesse per i nuovi arrivi: i portieri Antonio Sechi (ex Stintino) e Lorenzo Camboni (ex Usinese), i difensori Roberto Merenda (ex Torres), Andrea Chessa (già del Latte Dolce) e Matteo Sechi, laterale. Il centrocampo ha subito un forte cambiamento rispetto all'anno scorso. A Luca Ruggiu e Mirko Delrio si sono aggiunti Luca Tedde (ex Uri); e poi le novità Alessio Delrio, attaccante esterno, e il centravanti camerunense Rafael Sohma, classe 1990, proveniente dalla serie A maltese. L’ultimo arrivato, visto in azione, ha subito dimostrato un'ottima visione di gioco e soprattutto molta generosità e capacità di affiatamento.

L'atmosfera del gruppo sembra delle migliori ed il mister tiene ad evidenziarlo: « Stiamo procedendo secondo il programma stabilito – dice Scotto – dovremo ancora operare qualche ritocco e speriamo di farlo prima della Coppa Italia. Puntiamo ad acquistare una maggiore dinamicità rispetto allo scorso anno, che peraltro è stato soddisfacente nonostante il ruolo di matricola. Ci crediamo». Con molta prudenza aggiunge che spera ancora di avere un nuovo difensore centrale a causa dell'assenza di tutti i centrali utilizzati nella scorsa stagione. In tema di ricambi, in generale, la situazione è rosea grazie alla nutrita presenza di fuoriquota ansiosi di guadagnarsi un posticino in prima squadra. Emanuele Pazzola, diciotto anni, autore della rete segnata in amichevole al Latte Dolce, ne è la riprova.

Germano Nurchis