La C slitta al 16 settembre Marino: subito le riforme

La Lega aspetta la sentenza del Collegio di garanzia sui possibili ripescaggi in B Indiscrezioni sui gironi: Olbia e Arzachena con toscane, piemontesi e lombarde

OLBIA. Il campionato di serie C inizierà domenica 16 settembre, mentre per conoscere i gironi e il calendario bisognerà aspettare l’8 di settembre. Questo è quanto deciso dall’assemblea che si è tenuta ieri pomeriggio e che ha preso importanti decisioni, compreso lo slittamento del fischio d’inizio del campionato di ben tre settimane. La serie C doveva cominciare questo fine settimana, ma con tutti i ricorsi che ci sono, soprattutto per quanto concerne gli eventuali ripescaggi in serie B, è slittato tutto. La notizia interessa le due rappresentanti sarde, l’Arzachena e l’Olbia che avranno più tempo per preparare la nuova stagione. Non slitta invece il termine del calciomercato che si chiude, per il campionato di serie C, domani sera. L’Olbia, dopo i colpi di Caligara, Vergara e Bellodi arrivati alla corte di mister Filippi la scorsa settimana, è alla ricerca di un altro portiere da affiancare a Crosta e a Van Der Want.

L’Arzachena cerca di rinforzare la rosa a disposizione di mister Giorico, ma la notizia del giorno è l’acquisto dell’Ostiamare del laterale offensivo Matteo Bertoldi, giocatore che lo scorso anno ha indossato la maglia biancoverde e che poteva ritornare in Gallura per giocare nuovamente con l’Arzachena. Entro domani sera può esserci l’arrivo di qualche giocatore (un’attaccante e un laterale difensivo mancino), mentre sabato pomeriggio al Biagio Pirina, con inizio fissato per le ore 17 e 30, si svolgerà un allenamento congiunto con il Budoni. La squadra di mister Cerbone doveva giocare a Ostia la gara valevole per il turno preliminare di Coppa Italia nel pomeriggio di domenica, ma la sfida su accordo delle società, è stata posticipata a mercoledì 29 agosto con inizio fissato per le ore 17.

Tornando al campionato di serie C, soltanto l’8 di settembre si conoscerà il girone dove saranno inserite Arzachena e Olbia, ma come detto durante l’assemblea di ieri pomeriggio, il girone dovrebbe essere quello dello scorso anno con squadre toscane, romagnole, lombarde e piemontesi. Le novità potrebbero essere rappresentate dalle retrocesse Novara e Pro Vercelli, dalle matricole Gozzano e Albissola più la grande novità della Juventus U23.

Al termine dell’assemblea il presidente dell’Olbia Alessandro Marino ha parlato dei problemi della Lega ribadendo che «il miglior modo per portare avanti delle riforme è farlo guardando al sistema nel suo complesso e non agli interessi
di una singola componente, qualunque essa sia. La situazione che stiamo vivendo deve essere il preludio a un improrogabile autunno di revisione di quei principi e regolamenti che non consentono più al calcio italiano di crescere al passo degli altri paesi europei di prima fascia».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro