Arzachena in crescita Dal test col Budoni indicazioni positive

L’allenatore Giorico: «Servono minuti sulle gambe» Il nucleo dell’anno scorso va integrato con i giovani

ARZACHENA. E’ stata certo una buona sgambata l’allenamento congiunto che l’Arzachena ha svolto sabato pomeriggio al Biagio Pirina contro il Budoni dell’ex Raffaele Cerbone. L’Arzachena continua a crescere e l’intesa in un gruppo molto rinnovato rispetto allo scorso anno sembra sempre migliore tra i giocatori a disposizione del riconfermato allenatore Mauro Giorico. La difesa, dove spiccano Moi e Busatto centrali, in mezzo al campo dove è rimasta l’intelaiatura base dello scorso anno con Bonacquisti, Casini e Nuvoli e davanti, dove Gatto sta dimostrando di essere un giocatore che può tornare utile in zona gol, al fianco del riconfermato Andrea Sanna.

Intorno a questi uomini cardine tanti giovani di belle speranze - Pini, Pandolfi, Loi, Manca, Porcheddu e Ruzzittu - stanno crescendo a vista d’occhio e potranno tornare sempre più utili al mister per il campionato che inizierà il prossimo 16 settembre. Al termine della gara contro il Budoni vinta dagli smeraldini per 2-0 con reti di Gatto su calcio di rigore e di Pandolfi, in sala stampa l’allenatore dell’Arzachena Mauro Giorico ha commentato il momento della sua squadra: «Per avvicinarci all’inizio del campionato – queste le parole dell’allenatore dell’Arzachena – dobbiamo mettere minuti sulle gambe, non è facile in questo momento trovare delle squadre disponibili, infatti in questo fine settimana c’era la Coppa Italia, ma visto che il Budoni ha posticipato il proprio incontro a mercoledì ha potuto fare con noi l’allenamento congiunto. Oggi è stato sicuramente un buon test, abbiamo affrontato una squadra ostica, ci è servita anche per entrare fin d’ora nel clima della partita, i primi undici hanno giocato circa un’ora e questo lavoro ci tornerà utile nelle prossime settimane».

Mister Giorico, cosa ne pensa degli ultimi arrivati a sua disposizione? «Non parlerei di ultimi arrivati - è la risposta dell’allenatore - visto che Ruzzittu è dall’inizio della preparazione che è con noi mostrando buone qualità che ci hanno convinto a tesserarlo, mentre Trillò lo conosciamo dallo scorso anno quando ha giocato con la maglia dell’Arzachena nella seconda parte della scorsa stagione. Sono due giovani che vanno a
rinforzare la mia rosa per il campionato che inizierà tra tre settimane». Lo sguardo ora si volge ai prossimi giorni, quando il tecnico lavorerà sugli schemi e sull’intesa tra i reparti. Finora le indicazioni sono positive, c’è voglia e il livello tecnico promette risultati. (p.m)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro