Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Niente Mondiali per Alessia Orro «Peccato, ci speravo»

Volley, la palleggiatrice di Narbolia resta a casa «Una scelta che accetto, ma ammetto che fa male»

SASSARI. Niente campionati del mondo di pallavolo in Giappone per Alessia Orro. La giovane palleggiatrice di Narbolia è stata infatti esclusa dall’elenco delle 15 atlete convocate in nazionale da domani sino al 2 settembre per un raduno al centro Pavesi di Milano, in vista della partecipazione al Torneo di Montreaux dal 4 al 9 settembre, ultimo test agonistico ufficiale prima dell’appuntamento iridato. A comporre il reparto di regia saranno quindi Ofelia Malinov e Carlotta Cambi.

«Sono stata avvisata stamattina (ieri per chi legge, ndr) – spiega Alessia Orro, che anche al telefono non riesce a nascondere la sua amarezza – e naturalmente non l’ho presa bene. Però sono scelte sulle quali non posso dire niente, e quindi le accetto».

Sia sincera, pensava di andare in Giappone? «In realtà durante l’estate non sono stata convocata né per la Volleyball National League (ex Grand Prix), né per la Gloria Cup, partecipando solo alla Rabobank Super Series in Olanda, quindi un minimo me lo aspettavo. In ogni caso però fa sempre male».

La verità è che, analizzando con un minimo di attenzione le scelte effettuate dal commissario tecnico Davide Mazzanti fin dal suo arrivo sulla panchina azzurra un anno fa, i presupposti per questa conclusione c’erano tutti. Già l’estate scorsa per esempio Alessia Orro aveva iniziato la stagione cedendo il posto da titolare ad Ofelia Malinov, giocando pochissimo ed arrivando a disputare i campionati europei in campo solo dopo l’infortunio di quest’ultima.

E tre mesi fa, alla partenza del nuovo ciclo di lavoro della nazionale, il fatto che il CT avesse scelto Malinov e Cambi come registe per disputare la Volleyball National League, l’appuntamento più importante ed “allenante” prima dei mondiali, era già abbastanza indicativo. Ma Alessia ha appena vent’anni, e per lei ci sarà quindi tutto il tempo per rifarsi.

Libera quindi da impegni azzurri la Orro può concentrarsi subito sulla sua nuova stagione nella Unet Yamamay Busto Arsizio, che inizia gli allenamenti proprio oggi, e vuole continuare ad essere protagonista sia a livello nazionale che in campo internazionale. «Possiamo sicuramente fare bene – spiega la giocatrice isolana, che il 18 luglio ha compiuto vent’anni – siamo una buona squadra, e punteremo a fare il massimo in ogni occasione come l’anno scorso, magari cercando di evitare quegli alti e bassi di rendimento che abbiamo avuto a gennaio, e ci hanno un po’ penalizzato».

L’anno scorso sono arrivati un quarto posto sia in campionato che in Coppa Italia, mentre in Coppa Cev vi siete fermate agli ottavi di finale. Dove si può migliorare? «Sicuramente in Coppa Cev ci sono molte più possibilità, quindi l’obiettivo è quello di vincerla. In campionato ed in Coppa Italia invece è più difficile fare pronostici, perché anche le nostre avversarie si sono rinforzate. Bisognerà vedere chi saprà trovare prima l’alchimia giusta in campo – chiude Alessia Orro – e quindi iniziare meglio la stagione».

Fabio Fresu