Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Mister troppo rude: rottura con Savini

Il Castiadas cambia allenatore prima ancora dell’inizio del campionato di serie D. L’altro ieri l’ultima lite in campo

CASTIADAS. Marco Savini non è più l’allenatore del Castiadas. La società biancoverde che disputerà il torneo di serie D e il tecnico romano (ex Juve Stabia, Salernitana Under 19 e Monterosi) hanno rescisso il contratto a soli quindici giorni dall’inizio del campionato. Né la dirigenza del club sarrabese né l’allenatore hanno voluto fornire altri particolari sulla decisione rimandando tutto a un comunicato ufficiale che sarà reso pubblico nelle prossime ore. Da ieri a dirigere gli allenamenti della prima squadra è il preparatore atletico Massimiliano Pusceddu.

Il “sodalizio” tra il tecnico romano e la società sarrabese, che sembrava idilliaco e destinato a durare a lungo, ha iniziato a scricchiolare dopo la sconfitta ai calci di rigore nella gara preliminare di coppa Italia con il Lanusei che ha comportato l’eliminazione del Castiadas dalla competizione. A far precipitare la situazione, però, sarebbero stati due episodi avvenuti durante l’amichevole organizzata l’altro ieri con il Tortoli, squadra ogliastrina che disputerà il campionato di Eccellenza. Il tecnico romano, stando a chi ha assistito alla gara, avrebbe prima battibeccato in modo vivace e colorito con uno dei due allenatori della squadra ogliastrina e poi, dopo aver perso completamente le staffe, avrebbe intimato ad uno dei suoi giocatori - uno dei nuovi acquisti, con alle spalle una grande esperienza - di abbandonare il terreno di gioco. Una scelta normale sui campi di calcio non fosse per i modi. Savini avrebbe continuato la sua sfuriata mentre il ragazzo usciva dal campo e non si sarebbe limitato alle parole. Di certo c’è che l’episodio è stato talmente clamoroso da non poter passare inosservato. La società ha dovuto prenderne atto e dopo un lungo faccia a faccia con il mister ha adottato la scelta più drastica. Ufficialmente Savini e il Castiadas si lasciano di comune accordo e l’allenatore, non essendo ancora iniziato il campionato, non avrà l’obbligo di star fermo per tutta la stagione ma potrà accasarsi con un’altra società.

Il club sarrabese sta già pensando al suo sostituto e tra i papabili figurano Marco Cossu, mister per 3 stagioni del Porto Corallo, del Cagliari calcio under 17 e assistente tecnico della squadra rossoblu (attualmente svincolato) e Antonio Prastaro ex coach del Muravera e del Tonara nonchè vincitore dell’ultima coppa Italia di Eccellenza. La società, secondo indiscrezioni attendibili, starebbe guardando anche oltre Tirreno e avrebbe già contattato alcuni allenatori svincolati.

Intanto a Castiadas arrivano altre tre fuoriquota che rinforzeranno ulteriormente la rosa. Sono: Nicola Manca, esterno sinistro ex Cagliari ed Olbia classe 98, il 2000 Simone Sau difensore ex Tonara, ad inizio stagione a Monterosi, e l’esterno basso mancino 2001 Simone Ciotti con trascorsi nella primavera della Lazio.

Alessandro Bulla