Eccellenza in campo: si parte con la coppa Italia

Oggi il primo turno: la Nuorese debutta in casa, derby Uri-Stintino e San Teodoro-Porto Rotondo

CAGLIARI. Inizia questo pomeriggio alle 17 con la disputa delle gare di andata del primo turno di Coppa Italia la stagione agonistica 2018/2019 per le diciassette squadre partecipanti al campionato di Eccellenza. Balzano subito all’occhio alcune sfide interessanti come Atletico Uri-Stintino (lo scorso anno entrambe ai playoff promozione) e Tortolì-Muravera, due squadre candidate ad essere sicure protagoniste del massimo torneo dilettantistico regionale. «Essendo la prima uscita ufficiale è difficile fare dei pronostici – dice Antonio Prastaro, ex tecnico del Tonara, vincitore del trofeo la scorsa stagione –. La condizione fisica in questo periodo non è certamente al top, visto che la preparazione è cominciata da poco più di due settimane. In ogni caso la giornata offre gare interessanti.

Atletico Uri–Stintino. «L’Atletico Uri rispetto all’ultimo campionato ha cambiato poco e questo potrebbe rivelarsi un fattore importante perché non avrà bisogno di fare rodaggio. Tra l’altro questa è una squadra che nelle ultime due edizioni è arrivata sino in fondo e sicuramente vorrà ripetersi. Lo Stintino a livello di organico ha effettuato diversi cambi allenatore incluso, e avrà bisogno di tempo per raggiungere un certo affiatamento».

Sorso–Bosa. «Il Sorso vanta un potenziale tecnico superiore e anche in questa stagione potrà recitare un ruolo di primo piano, il Bosa suo venendo dalla Promozione dovrà cercare di calarsi subito nella nuova realtà».

Tortolì-Muravera. «Entrambe hanno fatto una gran bella campagna acquisti. Il Muravera in particolare è in grado di puntare al salto di categoria, ma anche gli ogliastrini possono inserirsi nella lotta per il successo finale, nella gara di oggi non vedo francamente un favorito.

Nuorese-Tonara. «La mia ex squadra, lotta e combatte sino all’ultimo minuto come ha dimostrato nella scorsa stagione, e può perciò mettere i bastoni tra le ruote a tutte le avversarie. La Nuorese ha completamente rivoluzionato la squadra portando 15 nuovi elementi e almeno inizialmente potrebbe pagare dazio».

San Teodoro–Porto Rotondo. «Un identico discorso si può fare per i galluresi che sono partiti nettamente in ritardo rispetto a tutte le altre e devono ancora completare l’organico. Il Porto Rotondo non ha di questi problemi ma deve dimostrare di non aver patito più di tanto il salto di categoria».

Guspini–Arbus. «Il Guspini non ha cambiato tanto, l’Arbus neo promosso, ha tanto entusiasmo».

Ghilarza-Taloro.
«Entrambe le squadre sono in gran parte formate da giovani e anche qui prevedo tanto equilibrio».

Ferrini–Monastir. «Due belle realtà che lavorano molto bene con i giovani e che hanno i numeri per emergere».

Stefano Serra

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro