Giulia Mannu batte anche il vento Meloni vola a 2.15

Risultati interessanti nell’ultima prova del Challenge 4 Mori  Al Comunale di Cagliari brillano anche Pinna e Maullu 

CAGLIARI. Eugenio Meloni che salta 2,15 e poi si ferma a 2,22, i velocisti Giulia Mannu, Antonio Moro, Mattia Piredda e il rientrante Marco Muscas che sono disturbati dal vento , il primatista sardo Jhonatan Maullu che va ancora oltre i 60 metri Claudia Pinna ancora in gran forma con 9’44” sui 3000 e Elisa Pintus che trova i giusti stimoli per realizzare ancora una misura oltre i 13 metri. Questi i risultati più interessanti della decima e ultima prova del Challenge 4 Mori, circuito promozionale dell’atletica assoluta sarda, sabato sera allo Stadio Comunale dell’Atletica di Cagliari.

Tra le sfide più attese, oltre che le vittorie c’erano in palio punti pesanti per la classifica finale del Challenge 4 Mori, c’erano quelle della velocità. Giulia Mannu (Delogu Nu), campionessa sarda dello sprint, grande protagonista della stagione 2018 su pista isolana e attualmente in testa alla classifica provvisoria di questo circuito con 5535 punti nei 200 metri (v+3,2) si è preso la vittoria con 24”80 davanti alla vicecampionessa italiana junior dei 400, Camilla Pitzalis (Cus Cagliari) con 25”07 e Patricia Amali Imprugias (Amsicora, 26”76). Nella stessa prova uomini Mattia Piredda (dorgalese in forza al Cus Sassari) si è imposto con 22”72 (+1,9) precedendo Christian Zucca e Roberto Parodo (23”22 e 23”73) con Alessio Cubeddu che nell’altra serie faceva 22”97 (+3,2). Nei 100 ritorno alle gare dopo un infortunio per Antonio Moro (Delogu Nu) , che si imponeva con 10”72 (+4,2 di vento) e Marco Dario Muscas (iglesiente ora alla Pro Sesto) faceva 10”92 (+0,3).

Nell’alto il confronto tra l’allievo Massimiliano Luiu (Libertas Sassari), vicecampione italiano allievi che fallisce l’assalto a quota 2 metri fermandosi a 1,95, vede il primatista sardo Eugenio Meloni (ora Carabinieri Bo) entrare a 2,05 per poi salire a 2,15 (alla seconda) e fallire i 3 tentativi a 2,22 Sempre nei salti Felipe Tommasini (Cus Sassari) vince con 6,61 contro 6,31 di Luca Barbini e tra le donne Ilaria Meli (Dinamica Sardegna) vince con 5,05 contro Daniela Lai con 5 metri. Nel mezzofondo il risultato più interessante lo firma, come da facile pronostico, la pluriprimatista sarda Claudia Pinna (Cus Cagliari) con 9’434”37 mentre la compagna di squadra Sara Paschina si impone negli 800 con il buon 2’19”36. Michele Carta (Atl.Gialeto) ha vinto gli 800 metri con 2’02”49 e L’allievo Francesco Mei (Atl.Olbia) i 3000 con 9’23”07. Nei lanci, oltre il successo con la buona misura di 13,08 di Elisa Pintus, buon lancio di Jhonatan Maullu (Dinamica Sardegna) capace di far volare il giavellotto da 700 gr a 60,33. Nel
peso maschile alla fine la spunta il vecchio leone Marco Giacomini (SM 55 del Cus Sassari) con 12,40. Da segnalare nei 400 ostacoli in primi posti degli allievi U18 Beatrice Porcu (Sulcis Carbonia) 1’08”12 e di Riccardo Zaottini (Ichnos SS) con 1’01”82.

Roberto Spezzigu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro