P areggio senza emozioni tra Atletico Uri e Stintino

Coppa Italia di Eccellenza. Una rete di Cuccu illude i giallorossi ma è fuorigioco Buona la prova degli ospiti che riescono sempre a tener testa agli avversari 

OLMEDO. L’assedio sotto porta non è stato sufficiente per fare guadagnare la vittoria all’Atletico Uri, al primo appuntamento ufficiale della stagione, nella gara di andata di Coppa Italia contro lo Stintino. E quando la palla è andata oltre la linea bianca, con una precisa conclusione di Giovanni Cuccu, l’euforia del gol si è immediatamente spenta nell’istante in cui il guardalinee, con la bandiera alzata, ha indicato il fuorigioco.

Un gol al 27’ del primo tempo che avrebbe inevitabilmente dato un volto diverso alla gara. L’Atletico è ripartito da dove è rimasto lo scorso anno, in pratica la squadra di Salaris ha dimostrato la solita personalità, carattere e buona impostazione tattica con momenti di buon calcio. Lo Stintino ha fatto la sua parte, bene, riuscendo ad imporsi soprattutto nella fase difensiva, tenendo testa all’avversario. Un match ricco di emozioni che ai punti avrebbe premiato l’Atletico. Salaris, non avendo disponibili i nuovi arrivi Cocco e Olmetto e con Fadda partito dalla panchina – in recupero a seguito di un infortunio – trova la soluzione migliore schierando in difesa Marco Tedde a sinistra (ottima prova del giovane 2000) e Nicola Sanna a destra. Per dare profondità alla manovra sulle corsie giocano Cuccu e Puddu con Matteo Tedde al centro dell’attacco. In mezzo Mereu fa da cerniera tra difesa e mediana dove spicca l’altro giovane del 1999 Claudio Livesi. Si parte e all’8’: Selva ci mette una pezza sulla conclusione da fermo di Mereu e un minuto dopo dice no a Puddu. Altra occasione sotto porta al 12’: angolo di Mereu, Selva respinge e Cuccu scarica il tiro al volo sfiorando la traversa. Dopo l’episodio del gol non convalidato è la volta di Tedde: tiro potente murato dalla difesa. Al 39’ altro errore del guardalinee: Serra parte in netto fuorigioco, un tiro che viene neutralizzato provvidenzialmente dal bravo Sotgia. La ripresa è un crescendo di emozioni giallorosse, con Puddu che
in due occasioni si vede respingere il tiro da Selva. Sotgia al 26’ si supera chiudendo su tiro di Viale. Al 33’ Tedde in area calcia a botta sicura ma Selva si oppone. Nel finale l’Atletico ci prova in tutti i modi ma la sfera non varca la linea bianca.

Franco Cuccuru

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro