Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Un rigore a testa per Ghilarza e Taloro

Finisce 1-1 con il pareggio del Gavoi al 93’, sabato la gara di ritorno

GHILARZA. Tra Ghilarza e Taloro Gavoi un rigore per parte fissa il risultato finale sull’1 a 1 e la qualificazione è rimandata alla gara di ritorno, in programma, probabilmente, sabato prossimo a Gavoi. I padroni di casa sono scesi in campo senza il capitano Fabio Chergia, il centrocampista Andrea Girseni e gli attaccanti Noli e Ibba, mentre il Taloro ha dovuto fare a meno di Roberto Mele, che deve ancora scontare le tre giornate di squalifica guadagnate nella passata edizione della Coppa. Per vedere il primo tiro in porta bisogna attendere il 20’. A scoccarlo contro la porta ghilarzese è Simone Calaresu, che però non impensierisce l’estremo difensore giallorosso. Poi l’ex attaccante del Tonara si rende pericoloso con un colpo di testa da dentro l’area piccola, ma la sua conclusione viene neutralizzata da Fadda. Al 6’ della ripresa il Ghilarza va in vantaggio su rigore trasformato da Pinna concesso dall’arbitro Caggiari per un fallo di Zedda su Atzei. Il Taloro potrebbe pareggiare al 15’ con Calaresu, ma l’attaccante non trova lo spiraglio per battere a rete. Il Taloro trova il pareggio con un rigore concesso da Caggiari per un fallo di Manca al 93’. Tira Falchi e non sbaglia. Nell’occasione Cirina protesta troppo e viene espulso.

Piero Marongiu