Da oggi a Torregrande i campionati europei di paddle racing e sup

Settimana ricca di appuntamenti per gli amati del mare In gara atleti di dieci nazioni con francesi e danesi in pole

TORREGRANDE. Da oggi e sino al 9 settembre i più forti atleti d'Europa si daranno appuntamento a Torregrande, location scelta come sede dell’EuroSup Sardinia, per il campionato europeo di stand up paddle racing e sup wave. Surf, vento e belle onde sono di casa sulla costa di Oristano, che per sei giorni sarà sotto i riflettori degli appassionati e degli addetti ai lavori di Sardegna, Italia, vecchio continente e non solo. «Siamo davvero felici di essere a Torregrande – afferma Huw John, presidente dell'European Surfing Federation –. Siamo stati qui a maggio per un sopralluogo e ci siamo subito resi conto che la location era perfetta per lo svolgimento della manifestazione. Avremo qui i migliori atleti continentali e sarà un gran bello spettacolo».

L’EuroSup Sardinia è infatti evento di portata internazionale ricompreso all’interno della nona edizione dell’Open Water Challenge, contest cui guardano con interesse anche da oltre oceano perché capace di coinvolgere il top di specialità a livello europeo con surfer agguerriti in arrivo da ben 10 nazioni differenti: Danimarca, Inghilterra, Francia, Irlanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Galles, Germania e Italia. Proprio la Nazionale azzurra si presenta al via della competizione forte dei confermati Leonard Nika, Caterina Stenta e Laura Dal Pont, e con grandi speranze riposte nei neo convocati Tommaso Pampinella, Riccardo Rossi, Alessandro Onofri e Margherita Boschetti. Occhio alla Francia, team laureatosi vicecampione del mondo agli Isa World Sup and Paddleboard Championship 2017, che si presenta all'appuntamento sardo con un roster composto da veri campioni: Alexis Deniel, Benoit Carpentier, Caroline Angibaud, Martin Vitry, Olivia Piana, Tom Auber. In particolare Carpentier è bronzo mondiale nel Sup Wave mentre Olivia Piana si è regalata il bronzo iridato nella Long Distance e Technical Race. Grandi attese anche per la Danimarca che a Torregrande si affiderà a Casper Steinfath, campione del mondo di Sprint Race e bronzo nella Technical Race.

L'evento è stato presentato ieri mattina a Torregrande alla presenza di tutte le autorità amministrative e sportive locali, in aggiunta a Huw John, presidente dell'European Surfing Federation, Thiago Matos, direttore tecnico dell'European Surfing Federation, Mirco Babini, direttore sportivo Fisw Surfing, e Edmondo Piana, organizzatore dell'Open Water Challenge. Ieri pomeriggio sono arrivate le squadre, con annesse procedure di registrazione. «Siamo pronti per una settimana di grande sport – dice Mirco Babini, diesse della Fisw Surfing –. Saranno giorni impegnativi ma, finalmente, questa manifestazione si svolgerà nel Mediterraneo. La nostra Nazionale è pronta e motivata a far bene come al Mondiale 2017. Siamo certi che ci renderà orgogliosi». Oggi alle 11 la cerimonia di apertura e, alle 14, la possibile chiamata per la gara di Sup
Wave. Mercoledì fra le 8 e le 18 la possibile chiamata per la gara di Sup Wave e Technical Race; giovedì, venerdì e sabato fra le ore 8 e le 18 possibile chiamata per la gara Sup Wave, a seguire Long Distance e premiazioni. Domenica la Sinis Marathon.

Giovanni Dessole

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro