Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La Nuorese tiene testa al Latte Dolce

Buona sgambata per le due squadre. Convincono i nuovi acquisti dei barbaricini

NUORO. Buona sgambata e tre reti per parte ieri al “Frogheri” tra Nuorese e Latte Dolce Sassari. I padroni di casa ne approfittano per una verifica prima del ritorno di Coppa Italia dilettanti, domenica a Tonara. Gara dove partono col vantaggio del 2 a 0 dell’andata. Gli azzurri di Stefano Udassi (al “Frogheri” da ex verdazzurro) accumulano minuti in vista del debutto nella nuova stagione di serie “D”, a Budoni, il 16 settembre. La differenza di categoria non emerge. Questo soprattutto grazie alla Nuorese, che esprime un calcio volitivo e dove si iniziano a intravedere i primi fraseggi, più di quanto non sia avvenuto domenica scorsa nella gara di coppa contro i tonaresi. Tanto da passare per tre volte in vantaggio e pagare dazio solo per un paio di leggerezze della difesa.

Tra le note interessanti quella rappresentante dal nigeriano Tico, autore di una delle segnature, ma apprezzabile soprattutto per la volontà con cui s’inserisce nella manovra della squadra. In avanti si dà un gran daffare il brasiliano Muriel, scuola Vasco de Gama e poi Milan, che dimostra buone doti di palleggio, ma anche capacità di puntare a rete. In campo anche gli ultimi due tesserati Russu e Gallo, quest’ultimo rilanciato dal club dopo che tutto faceva pensare alla fine dell’esperienza a Nuoro. Turn over completo anche nella formazione del Latte Dolce. La squadra è apparsa ancora a corto di sincronismi, tanto che il mister Udassi a un certo punto ha sollevato la voce e chiesto maggiore determinazione. Nessun ci stava comunque a perdere, nonostante il carattere amichevole dell’incontro. (f.p.)