Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La Dinamo mostra muscoli e carattere piega il Darussafaka e oggi sfida l’Efes

dall’inviatoOLBIAPiù la grinta che le gambe, più la cattiveria che la tecnica. Ha personalità da vendere, la Dinamo di Enzo Esposito, che esce vittorioso dalla prima tonnara stagionale. Volano colpi...

dall’inviato

OLBIA

Più la grinta che le gambe, più la cattiveria che la tecnica. Ha personalità da vendere, la Dinamo di Enzo Esposito, che esce vittorioso dalla prima tonnara stagionale. Volano colpi proibiti in quantità industriale, al PalAltogusto, dove i sassaresi superano il Darussafaka Istanbul 78-73 al termine di una gara durissima (Petteway espulso) e conquistano la finale del primo Trofeo Dino Store Euronics. Oggi alle 20,30 il Banco affronterà in finale l’altra squadra turca da Eurolega, l’Anadolu Efes, che ieri ha superato Monaco per 70-60.

Tre assenze importanti per i sassaresi: oltre al solito Pierre, ieri mancavano Bamforth (impegnato con la nazionale kosovara) e Smith, ancora acciaccato. La squadra di Esposito ha fatto di necessità virtù, giocando un po’ a sprazzi ma trovando nei momenti caldi un gruppo affiatatissimo e mani affidabili. Protagonista assoluto della serata Marco Spissu, autore di 23 punti con 9/12 dal campo.

La Dinamo era partita bene (subito 19-11), nonostante le difficoltà di Cooley (0/5 al tiro nei primi 20’). Poi i verdi di Turchia hanno preso in mano la partita trascinati da Peiners e Kidd (32-33 al 15’). Il gioco sassarese, confinato oltre l’arco, ristagna troppo, così appena le percentuali si abbassano Kidd e compagni scappano via portando con sé negli spogliatoi un break di 3-13 e 6 punti di vantaggio (35-41).

Dopo il riposo Cooley si accende e riporta Sassari a -2 (41-43), Evans ed Eric ri accelerano e il match si fa movimentato e confuso. Il Banco fa fatica (49-57 al 27’) e resta in partita grazie alle triple di Polonara e Thomas. Alla terza sirena è -4, 55-59. A questo punto Spissu, dopo i 15 punti segnati nel primo tempo, prende di nuovo la squadra sulle spalle e nel giro di 2’, con l’aiuto di Thomas, firma la parità (61-61). Un principio di rissa tra Petteway e Demir costa l’espulsione all’ala sassarese. Il pubblico si scalda e dal 61-67 il match si riapre grazie alla “garra” di Cooley, con Gentile (tripla) e Devecchi che firmano il sorpasso (70-69) a 2’46”. Spissu prima inventa la magia del +3, poi la chiude con i tiri liberi del definitivo 78-73.

A.Si.