L’argento di Meloni rende meno amari i tricolori di atletica

L’atleta del Cus Cagliari nell’alto è secondo dietro Tamberi Quarta Claudia Pinna nei 5000. Quinto il marciatore Agrusti

PESCARA. Eugenio Meloni sale ancora sul podio dei campionati italiani assoluti, conquistando l’argento e regalando così un finale meno amaro all'atletica leggera sarda.

Si è chiusa con questo bel risultato dell'atleta cagliaritano primatista sardo assoluto (doppio tesseramento Gs Carabinieri-Cus Cagliari) l'avventura agonistica degli atleti italiani impegnati da venerdì sino a ieri nel rinnovato Stadio Adriatico Giovanni Cornacchia di Pescara per i campionati individuali assoluti su pista.

Per Meloni, campione tricolore uscente, misura valida di 2,14 (saltata al 2° tentativo prima di 3 nulli a 2,16) che gli ha dato il secondo posto alle spalle di Gian Marco Tamberi vincitore con la misura di 2,30.

Grande impresa e podio sfiorato invece per la pluriprimatista sarda Claudia Pinna (Cus Cagliari) nei 5000 metri, gara chiusa allo sprint con il tempo di 16'20"14, con vittoria dalla classe 2000 Battocletti e con la terza avanti di meno di un secondo dalla sarda.

Per i sardi c'è anche il 5° posto del marciatore sassarese Andrea Agrusti (ora FF Gialle) nei 10 km di marcia su strada con il tempo di 41'13" e poi tre finali chiuse all'ottavo. posto Elisa Pintus (sassarese ora al Cus Cagliari) nel lancio del peso dopo 12,78 in qualificazione ha fatto 12,82 in finale (11,46 per Pamela Mannias in questa gara). Successivamente ha guadagnato anche la finale del disco lanciando 42,59 per poi incappare in 2 nulli e un 33,36 (30,32 per Sofia Atzeni). Finale importante anche per Elias Sagheddu (Delogu Nu) nel salto in lungo, chiuso con un buon 7,23 (+0,2) che gli ha dato una brillante 8ª piazza, Stessom piazzamento di Wanderson Rio Polanco (cagliaritano ora alla Riccardi Milano) che nei 100 metri ha fatto prima 10"60 e poi 10"64. In questa gara Nadia Neri (Cus Cagliari) ha passato un turno con 12"06 per poi fermarsi alle semifinali con 12"08 mentre si sono fermati al primo
Antonio Moro, Giulia Mannu e Aurora Salvagno con 10"83, 12"35 e 12"38. La Mannu (Delogu Nu) meglio nei 200, dove ha fatto segnare 24"89 ma non è riuscita a andare in finale. Decimo posto per Paulo Caredda (Gonone Dorgali) nel triplo con 14"76.

Roberto Spezzigu



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro