E al “Don Deodato Meloni” la festa continua dalle 15.30 gabbie aperte per altre sei gare

Non si è ancora spenta l'eco che il Festival finanziato da Sheik Mansoor di Abu Dhabi ha prodotto sull'appassionato pubblico di Chilivani. Il successo é stato suggellato in primo luogo dai risultati...

Non si è ancora spenta l'eco che il Festival finanziato da Sheik Mansoor di Abu Dhabi ha prodotto sull'appassionato pubblico di Chilivani. Il successo é stato suggellato in primo luogo dai risultati tecnici che hanno visto primeggiare alcuni dei migliori cavalli puro sangue arabo d'Europa. Non a caso il canale ippico televisivo nazionale e quello di Abu Dhabi hanno scomodato i loro migliori telecronisti per seguire la manifestazione in diretta. Durante le coreografiche consegne dei Trofei in stile arabo, la manager Lara Sawaya, assistita dall’Assessore all’Agricoltura Caria, dal Sindaco di Ozieri e dal Presidente dell’ippodromo, ha espresso la sua grande soddisfazione per l’accoglienza. Le ha fatto eco Karin Van de Bos proprietaria e allenatrice della vincitrice della Listed Akoya, felicissima di aver colto questo prestigioso successo, nonostante la lunghissima trasferta dall'Olanda. Gongolano il sindaco Murgia e il padrone di casa a Chilivani Fois.

Frattanto la riunione prosegue con la giornata "dei Nuraghi" con corse di routine che vedono alle gabbie soltanto 42 partenti
che si sfideranno dalle 15,30 nel Premio Valle dei Nuraghi, nel Premio ANACAD, nel Nuraghe Santu Antine Torralba, nel Nuraghe Burghidu Ozieri e nel Nuraghe S'Aspru Benetutti. In chiusura il premio Nuraghe Losa Abbasanta, riservato ai gentleman.


Diego Satta



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller