La Nuorese agguanta il Taloro al 94’

Al “Frogheri” finisce in parità con i padroni di casa che impattano la gara con Rosano ma si insediano in testa alla classifica

NUORO. La Nuorese cede un punto al Taloro Gavoi, però in compenso agguanta il primo posto in classifica, raggiungendo in vetta il Muravera sconfitto in casa dal Sorso. Al “Frogheri” finisce 2 a 2. Alla fine a recriminare sono soprattutto i rossoblù ospiti, raggiunti nei secondi finali, grazie a una stilettata da fuori area di Rosano, alla sesta rete in otto partite. La Nuorese non è stata di certo all’altezza delle gare precedenti: poca verve sulle fasce e una certa difficoltà a tessere in mezzo al campo. Conseguenza di un calo generale e soprattutto della giornata di scarsa grazia di uomini come Okonkwo, noto “Tico”, e Rolandone, al quale la giornata di riposo forzato non sempre abbia giovato. In più c’è da considerare la buona prova dei barbaricini di Romano Marchi. Per loro prima una partenza così così, che ha coinciso peraltro con lo svantaggio subito in apertura da parte di Grigoriadis. Poi via via la risalita, la doppia segnatura, che solo per un soffio non è stata coronata con la vittoria. La cronaca è caratterizzata dal rapido vantaggio dei padroni di casa, in gol al 6’. La firma è del greco Grigoriadis, anch’egli al sesto sigillo stagionale. Gli ospiti accusano il colpo. Anzi, sembra che la differenza di valori sia ampia e alla fine per la Nuorese sarà solo una formalità. L’azione più ghiotta, al 29’, è sui piedi di Cocco, dopo una giocata di fino tra Tico e Rosano. La conclusione da dentro l’area dell’undici verdazzurro è però respinta da Tilocca, che si dimostrerà uno degli uomini di maggior affidamento della formazione rossoblù. L’azione segna anche il passaggio di redini della gara. Le prende il Taloro Gavoi che prima prova dalla distanza con Luca Pili. Poi, al 33’, agguanta la Nuorese, grazie a una girata in area di Calaresu, che incorna su cross dalla destra di Litarru. La palla picchia sul palo destro di Semertzidis, e s’insacca. La formazione di Marchi ne guadagna in sicurezza, per la Nuorese è elemento di ulteriore confusione. Ne approfitta allo scadere della prima frazione Falchi, che servito basso dalla destra gira a rete da pochi passi, senza che il portiere della Nuorese riesca a opporsi. Il
secondo tempo non offre grosse emozioni. Il Taloro amministra il vantaggio. Il tecnico di casa tenta la carta del centravanti argentino, Lazzarini. La soluzione però la trova Rosano, che a tempo scaduto infila un corridoio sulla destra e batte Tilocca.

Francesco Pirisi

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro