monastir corsaro 

Ancora una sconfitta per il Bosa adesso è al terz’ultimo posto

bosa0monastir1BOSA: Piras, Depalmas, Ledda M., Fresu (23’ s.t. Dettori), Pischedda A. (1’ s.t. Bachis), Pinna I., Ruggiu, Pinna G., Spada (20’ s.t. Mulas), Mastinu, Carboni S. All. Salvatore Carboni...

bosa0

monastir1

BOSA: Piras, Depalmas, Ledda M., Fresu (23’ s.t. Dettori), Pischedda A. (1’ s.t. Bachis), Pinna I., Ruggiu, Pinna G., Spada (20’ s.t. Mulas), Mastinu, Carboni S. All. Salvatore Carboni e Paolo Masala.

MONASTIR KOSMOTO: Zanza, Delogu, Littera, Falchi, Porcu, Ruggieri, Camara (1’ s.t. Ledda), Melis, Festa, Lai, Piras M. (40’ s.t. Peddio). All. Fraschetti.

ARBITRO: Galasso (Ciampino).

RETI: 57’ s.t. Festa.

NOTE: ammoniti: Porcu (M.K.), Pischedda A. (B.), Fresu (B.), Delogu (M.K.), Depalmas (B.), Ruggieri (M.K.), Ledda M. (B.), Festa (M.K.).

BOSA

Ancora una sconfitta per il Bosa di Carboni e Masala, decimato dalle tante assenze per infortunio, che dopo aver subito il pesante risultato di Muravera deve fare i conti con l’ 0-1 rimediato contro il Monastir Kosmoto. Il sole caldo non anima una partita noiosa e con pochissime occasioni da entrambe la parti. Al 6’ occasione per il Bosa con Spada che, servito centralmente da Mastinu, lascia partire un tiro debole verso la porta difesa da Zanza. Al 28’ punizione di Ruggiu con una bella traiettoria che impegna il portiere ospite, costretto a respingere in angolo. Al 42’ occasione per il Kosmoto con Festa che calcia con precisione, Piras attento butta palla in angolo.

Il secondo tempo vede il Bosa cercare la porta avversaria con più caparbietà e Pinna G. al 50’ effettua una bella discesa sulla sinistra, salta tre avversari e tenta di servire Spada con un passaggio però impreciso. Al 57’ vantaggio avversario: Carboni S. perde malamente palla a metà campo, Festa viene servito sulla sinistra e dopo essersi accentrato batte Piras con un tiro non bello ma velenoso. I padroni di casa tentano di reagire e al 73’ Pinna G. dalla destra serve Mulas il quale lascia partire un bel tiro di poco a lato. Nei dieci minuti finali Ruggiu assoluto protagonista con tre nitide occasioni: prima una punizione respinta in malo modo da Zanza e sulla quale nessuno si avventa, poi
una forte palla in mezzo che nessuno riesce a deviare. Al 90’, ancora una potente punizione che centra la traversa con Zanza battuto. Il Monastir Kosmoto continua il suo cammino a metà classifica, che si fa invece pericolosa per il Bosa, ora terz’ultimo.

Francesco Collu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro