spogliatoi 

Maran: «Vittoria che vale molto» Pisacane: «Il gol? È per Castro»

VERONA. Fabio Pisacane dopo il gol ha fatto il gesto di suonare la chitarra, scatenando l’ira dei tifosi del Chievo che lo hanno preso di mira. A fine gara il difensore del Cagliari ha spiegato così...

VERONA. Fabio Pisacane dopo il gol ha fatto il gesto di suonare la chitarra, scatenando l’ira dei tifosi del Chievo che lo hanno preso di mira. A fine gara il difensore del Cagliari ha spiegato così il suo gesto: «Nessuna polemica, ho solo voluto dedicare questa rete a Castro, un compagno di squadra che ha avuto un brutto infortunio e gli siamo tutti vicini». Sul prossimo trittico di gare Pisacane ha le idee chiare: «Questa qualificazione ci darà la spinta per fare bene contro squadre fortissime. Ce la giochiamo».

Rolando Maran è stato applaudito dai suoi ex tifosi. «Non nascondo le mie emozioni, qui ho trascorso 14 anni della mia vita calcistica. Non sarebbe giusto se lo facessi». Sulla partita il tecnico rossoblù non ha dubbi: «Non era facile - spiega - perchè da due settimane il Chievo hatrovato la sua quadratura e lo sapevamo che ci sarebbe stato da combattere. Sono contento per la prestazione dei ragazzi. Oggi, quelli che hanno giocato meno si sono fatti trovare pronti. La conferma che ho la fortuna di allenare un gruppo che lavora sodo, sa sacrificarci e soprattutto remano tutti nella stessa direzione. E’ importante».

Barella è stato in campo per tutta la gara e nel ruolo di trequartista ha fatto benissimo. «Nicolò cresce in continuazione - conclude Rolando Maran -, sta dimostrando che può
giocare senza nessun problema in quella posizione. Oggi l’ho visto disinvolto, giocate di prima, attaccare gli spazi con la solita personalità. Bene anche Pajac, sono felice per lui, ha dimostrato di essere cresciuto anche nella fase difensiva. Era importante passare.

R.M.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro