L’Olbia all’inseguimento di una vittoria pesante

Serie C, i bianchi di Carboni ospitano la Robur Siena al Nespoli (ore 14,30) L’Arzachena cerca punti salvezza e continuità sul campo del Piacenza

OLBIA. Una sorride, l’altra cerca di convincersi a farlo. La prima è l’Arzachena, che ha finalmente messo fine alla serie di sconfitte con una convincente vittoria, nello scorso turno, contro il Siena. L’Olbia, invece, deve ancora fare i conti con un cammino tortuoso e mai del tutto positivo. Anche con la Lucchese, domenica scorsa, sembrava essere la volta buona, e invece un gol al 95’ ha spento i suoi sogni di gloria.

Qui Olbia. «Normale che per qualche giorno sia rimasta la rabbia – commenta a tal proposito Guido Carboni, tecnico dei bianchi –, venivamo da una prestazione positiva. Ora però pensiamo al Siena, e troveremo una squadra diversa da quella che ha perso con l’Arzachena». Poche storie, l’Olbia non ha né la voglia né il tempo di piangersi addosso: «Dobbiamo trovare continuità di risultati, ancora non è arrivata la vittoria ma le prestazioni sono in crescendo». Un bell’incrocio: sulla panchina del Siena siede Mignani, che ha allenato l’Olbia, sulla panchina gallurese c’è Carboni, che è stato allenatore del Siena. «Loro sono una squadra che è stata costruita per fare un campionato di categoria superiore, hanno una rosa importante e vorranno tornare a vincere, ma anche noi abbiamo bisogno di fare risultato». Step by step, la soluzione di Carboni è ragionare gara per gara. Anche perché quest’Olbia, fino ad adesso, ha dimostrato di non saper reggere alte aspettative, e quindi forse è meglio pensare un passo per volta. Sì, l’avversario sul piano tecnico è superiore, ma «alla base di tutto c’è sia qualità che determinazione».

Senesi è tornato in gruppo ma difficile che possa partire titolare, da capire se Ragatzu verrà schierato ancora come esterno o Carboni tenterà il tridente.

Qui Arzachena. Ai biancoverdi invece il compito di continuare sull’onda della vittoria ottenuta proprio sui bianconeri. Si va a Piacenza, dove «cercheremo di ripetere la partita fatta col Siena senza avere cali di concentrazione, perchè in campo così è assolutamente vietato fare il minimo errore»: così Mauro Giorico alla vigilia. Moi
è squalificato, Bonacquisti e Taufer infortunati e Trillò ha subito un trauma in allenamento. Non la condizione migliore: «Siamo fiduciosi, le prestazioni dimostrano che la squadra c’è ed è viva. Sono convinto che chi sarà chiamato in causa darà il massimo».

Paolo Ardovino

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare